TYGERS OF PAN TANG – Animal Instinct

Pubblicato il 12/10/2008 da
voto
7.0
  • Band: TYGERS OF PAN TANG
  • Durata: 00:58:12
  • Disponibile dal: 06/10/2008
  • Etichetta: Cargo Records
  • Distributore: Frontiers

Spotify:

Apple Music:

La NWOBHM viene considerata da molti, tra cui il sottoscritto, come il movimento di massimo splendore del metallo pesante che tra fine anni Settanta ed inizio Ottanta ha permesso a diverse formazioni di mettersi in luce e di regalarci capolavori destinati all’immortalità. Molte di queste hanno vissuto un brevissimo momento di gloria, altre sono riuscite ad imporsi e crescere negli anni (basti pensare a Saxon, Iron Maiden…) ed altre ancora sono sopravvissute, con meno gloria, tanta passione e qualche difficoltà. A questa ultima categoria appartengono i Tygers Of Pan Tang, band debuttante nel lontano 1980 e riformata all’inizio del nuovo millennio. L’innesto dell’italianissimo singer Jacopo Meille (Mantra, Fool’s Moon) ha portato una ventata d’aria fresca nella band e, dopo un intenso periodo di affiatamento e date live, viene pubblicato il nuovo “Animal Instinct”. Robb Weir ha il rock nel sangue, i suoi riff profumano di un nostalgico aroma Ottantiano, quello già assaporato sui vecchi “Wild Cat” e “Spellbound”, e la sua vena compositiva pare tornata quella dei tempi d’oro. A scaldare subito i cuori ci pensano le note di “Rock Candy” e “Cry Sweet Freedom”, manifesti di graffiante hard’n’heavy dal ritornello orecchiabile e di facile assimilazione. “Let It Burn” propone un ottimo lavoro sui cori , mentre “Hot Blooded” ci regala una manciata di minuti all’insegna dell’hard rock genuino. La produzione di “Animal Instinct” si rivela essenziale e ruvida, in questo modo si possono veramente ascoltare gli strumenti all’opera, alla faccia di chi preferisce adottare in studio eccessivi abbellimenti o forzature alla ricerca del sound perfetto. Voce e chitarre sono i più privilegiati da questa scelta, Meille e Weir fanno scintille insieme e ci rendono orgogliosi di questo talento italiano al servizio di un’icona della scena metal britannica. La storia non va solo studiata a posteriori, qualche volta è bello viverla in prima persona e conoscere da chi deriva ciò che ascoltiamo oggi.

TRACKLIST

  1. Rock Candy
  2. Cry Sweet Freedom
  3. Live For The Day
  4. Let It Burn
  5. If You See Kay
  6. Hot Blooded
  7. Devils Find A Fool
  8. Winners & Losers
  9. Cruisin'
  10. Bury The Hatchet
  11. Dark Rider
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.