TYR – By The Light Of The Northern Star

Pubblicato il 02/06/2009 da
voto
7.5
  • Band: TYR
  • Durata: 00:43:17
  • Disponibile dal: 29/05/2009
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

A solo un anno dal precedente “Land” tornano i Tyr con un album che sicuramente dividerà critica e pubblico. Il quartetto faroese è stato capace di ritagliarsi con “Eric The Red” (2003) e “Ragnarok” (2006) un suo spazio personale grazie ad un sound nordico, epico e folkeggiante ma al contempo raffinato ed elegante, dove la splendida voce pulita del cantante chitarrista Heri Joensen era accompagnata da non rari passaggi di natura quasi prog e strutture spesso ricercate. Il già menzionato “Land”, spostava invece l’accento sulle antiche canzoni tradizionali in lingua faroese dalle quali il gruppo è solito trarre spunto e questo, unitamente ad alcuni passaggi un po’ troppo ridondanti, lo rendeva più pesante e ostico dei precedenti. Oggi il gruppo ci stupisce di nuovo con una decisa sterzata verso sonorità epic e power con una riduzione netta nella componente progressiva. I pezzi, sebbene conservino il sound classico dei Tyr e un approccio tecnico indiscutibile, sono infatti più tirati, lineari, diretti e “battaglieri”. Esempio lampante è l’ottima opener “Hold The Heathen Hammer High”, un brano tra i più veloci mai scritti dalla band, dove riff incisivi e le melodie di chitarra tipiche del gruppo sorreggono una linea vocale evocativa e un po’ più aggressiva del solito, che sfocia in un ritornello dai cori immediatissimi e sicuramente efficaci dal vivo. In effetti un’altra delle caratteristiche comuni a quasi tutti i brani di “By The Light Of The Northern Star” è proprio il loro potenziale live. Infatti, anche laddove ritroviamo una forte presenza della componente tradizionale e folk con cantato in lingua madre, non riscontriamo soluzioni impegnative ma, al contrario, molte melodie facilmente assimilabili. E’ il caso della successiva “Tróndur í Gøtu” o della un tantino più scontata “Turið Torkilsdóttir”, nella quale i cori a cappella posti in apertura e chiusura, sono intervallati da un lungo assolo melodico sostenuto da una ritmica in doppia cassa molto semplice. Tra i brani più convincenti segnaliamo “Into the Storm” dove, sebbene i tempi siano decisamente sostenuti, troviamo una linea vocale più solenne, a tratti quasi malinconica, e una ritmica maggiormente articolata, con parti di batteria ispirate e piuttosto insolite per il genere in questione. Pollice alzato anche per “Northern Gate” e “By The Sword In My Hand”, entrambe molto epiche e guerresche, mentre un giudizio negativo spetta a “Hear The Heathen Call”, decisamente troppo banale e scontata sia come parte strumentale che come liriche e linee vocali. Perfetti come al solito i suoni. Come detto in apertura, “By The Light Of The Northern Star” scontenterà sicuramente chi era affezionato ai Tyr più progressivi e vari, che etichetterà questa scelta stilistica come un’involuzione, mentre probabilmente farà guadagnare alla band qualche fan in più tra gli amanti del filone epic/power.

TRACKLIST

  1. Hold The Heathen Hammer High
  2. Tróndur í Gøtu
  3. Into The Storm
  4. Northern Gate
  5. Turið Torkilsdóttir
  6. By The Sword In My Hand
  7. Ride
  8. hear The Heathen Call
  9. By The Light Of The Northern Star
  10. The Northern Lights (bonus digipack)
  11. Anthem (bonus digipack)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.