TYR – Eric The Red

Pubblicato il 03/06/2006 da
voto
6.5
  • Band: TYR
  • Durata: 01:00:14
  • Disponibile dal: 27/03/2006
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Chi meglio dei Tyr può raccontare l’odissea del vichingo Eric il rosso?La band infatti proviene dalle isole Faer Oer, arcipelago al largodella Norvegia e terra dove le tradizioni sono particolarmente ancorateal territorio. “Eric The Red” è un album originariamente uscito nel2003 e che la Napalm Records, dopo aver messo la band sotto contratto,ristampa oggi con l’aggiunta di due bonus track (peraltro appartenential primo lavoro del gruppo, “How Far To Asgard”). Il genere proposto èun epic viking metal molto legato alla tradizione folk e celtica, nelquale si odono echi di Falconer, Slough Feg e, più alla lontana,Warlord e Manowar. I ritmi sono spesso e volentieri slegati dagli uptempo, insistendo maggiormente su atmosfere nordiche e guerresche, edin alcuni casi anche gioiose (come ad esempio in “The Wild Rover”,figlia illegittima degli Skyclad e di “Carry On” dei metal king). Laqualità del lavoro è altalenante, con episodi assolutamente esaltantiquali l’iniziale “The Edge”, guidata magistralmente dalla vocesplendida di Jòn Joensen e sostenuta da dei cori notevoli.  A fareda contraltare però abbiamo brani nei quali la componente folk, pur seinserita in un contesto sempre epico, diventa abbastanza stucchevole,alleggerendo troppo il risultato finale, come nel caso di “RainbowWarrior”. L’album si dipana comunque su binari più che solidi e leuniche sorprese vengono con le bonus track, “God Of War” e “Hail To TheHammer”, molto più grezze ed orientate su un epic-doom pesante emagniloquente. Tutto sommato un album come “Eric The Red” meritava laristampa, in quanto la qualità delle composizioni è mediamente elevataed inoltre farà la gioia degli amanti della mitologia e della storianordica tradotta in musica. A questo punto diventa obbligatorio peròattendere il nuovo lavoro per verificare che la band non abbia perso ilvizio di scrivere musica intelligente ed evocativa come quella quirecensita.

TRACKLIST

  1. The Edge
  2. Regin Smidur ( Regin Blacksmith )
  3. Dreams
  4. The Wild Rover
  5. Styrisvolurin ( The Tiller )
  6. Olavur Riddararos ( Olaf Knightrose )
  7. Rainbow Warrior
  8. Ramund Hin Unge ( The Young Raymond )
  9. Alive
  10. Eric The Red
  11. God Of War
  12. Hail To The Hammer
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.