UNDEAD – False Prophecies

Pubblicato il 26/04/2015 da
voto
7.0
  • Band: UNDEAD
  • Durata: 00:42:21
  • Disponibile dal: 27/04/2015
  • Etichetta: Listenable Records
  • Distributore: Audioglobe

Nulla è stato rivelato di questi Undead, formazione dal nome abusatissimo che è stata di recente messa sotto contratto dalla Listenable Records. Le identità dei musicisti, così come la loro provenienza, sono avvolte dal mistero. L’unica cosa che gruppo ed etichetta hanno subito messo in chiaro è la forte influenza che i Death di Chuck Schuldiner hanno esercitato sulle composizioni contenute in questo “False Prophecies”. Suggestioni inconfondibili che emergono dopo nemmeno mezzo ascolto dell’opera: “Leprosy” e “Spiritual Healing” sono stati letteralmente divorati da questa band, che ne rivisita le formule caratteristiche con l’aggiunta di qualche progressione ritmica che invece ricorda i Morgoth di “Cursed”. Non ci stupiremmo se un giorno venisse reso noto che la lineup degli Undead è composta da veterani del genere: i brani sono effettivamente ben costruiti e l’interpretazione trasmette un’esperienza e un’eleganza che sono tutto fuorchè trascurabili. Arriviamo anche a sostenere che episodi come “Voices Within”, “Praise the Absurd” ed “Emerging From The Depths” – con dei perfetti riff ad uncino, delle grandi fughe in doppia cassa e dei rallentamenti improvvisi davvero ben calibrati – sono anche superiori a gran parte di quanto proposto dai suddetti Morgoth nel loro comunque apprezzabile come-back album; gli intrecci chitarristici denotano un estro notevole, mentre lo screaming del cantante è ficcante e contagioso come quello dei vari Schuldiner e Marc Grewe. Anche la produzione si dimostra azzeccata nel suo affidarsi a suoni chiari ma non eccessivamente “triggerati”; insomma, se non fosse per qualche brano tirato forse un po’ troppo per le lunghe, non esiteremmo a definire gli Undead e questo loro “False Prophecies” una sorpresa coi fiocchi. Detto che chi stravede per i gruppi che ispirano i Nostri dovrebbe comunque prestare molta attenzione al lavoro in oggetto, ci auguriamo che il successore di quest’ultimo presenti la definitiva quadratura del cerchio: agli Undead non sembrano mancare ispirazione e consapevolezza dei propri mezzi, serve solo inserire entrambe in composizioni lievemente più asciutte.

TRACKLIST

  1. Unborn
  2. False Prophecies
  3. Voices Within
  4. Praise the Absurd
  5. Castrate Humanity
  6. Descending Souls
  7. Unbound to Eternity
  8. Emerging From The Depths
3 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.