UNE MISÈRE – Sermon

Pubblicato il 31/10/2019 da
voto
7.0
  • Band: UNE MISÈRE
  • Durata: 00:36:59
  • Disponibile dal: 01/11/2019
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

I membri degli Une Misere si conoscono da tempo. La scena musicale islandese è notoriamente piccola e incestuosa e non è dunque un caso che questo collettivo di musicisti si sia ritrovato a scambiare idee e a suonare insieme ancora prima che la band in oggetto acquisisse una fisionomia definita. Nel 2016, i ragazzi si sono ritrovati per concretizzare le loro prime visioni e un brano come “Overlooked // Disregarded” ha preso forma. Il singolo e relativo videoclip hanno aperto loro le porte della finale locale della Wacken Metal Battle, che li ha quindi fatti arrivare al noto festival tedesco con grandi aspettative. Una performance convincente e un’intraprendenza ostentata su ogni fronte hanno infine stimolato la Nuclear Blast Records a mettere il gruppo sotto contratto e a rilasciare il suo debut album.
“Sermon”, dodici tracce per una quarantina di minuti di musica, arriva ora fra noi facendo intendere che gli Une Misere, durante i lunghi inverni islandesi, hanno avuto tempo in abbondanza per comporre il loro cupo materiale. Non si tratta però di black metal: per quello è il caso di rivolgersi ai loro vicini di casa Svartidauði o Misþyrming. La band si muove in territori musicali diversi, tra un hardcore-metal torbido e nervoso e un approccio vagamente più orecchiabile, quasi da certa periferia del mainstream. Si prenda ad esempio il succitato “Overlooked…”, giustamente riproposto anche in questo primo lavoro ufficiale: ad un incipit riflessivo e dal sapore amaro segue un’accelerazione serratissima che sfocia quindi in una coda groovy e possente, fra hardcore beatdown e sludge, i cui affondi vengono spezzati da brevi inserti di elettronica. Un pezzo come questo – praticamente un mix di Full Of Hell e Hatebreed – mostra in maniera concisa il talento e il lato più singolare della band. Le ritmiche marziali e il riffing di chitarra più quadrato di altre canzoni testimoniano invece un orientamento che non vuole essere eccessivamente frenetico e spiazzante. Il disco procede infatti per strappi, offrendo episodi concitati, dove vengono architettate interessanti variazioni sul tema ed emergono le influenze più vicine al metal estremo, e tracce più compatte e orecchiabili (anche se mai ostentatamente ‘piacione’), la cui corposità richiama persino certi Slipknot. Tanta carne al fuoco, insomma, per una tracklist che a volte corre il rischio di apparire un filo ridondante nei suoi momenti più possenti. Brani assai ben riusciti si alternano quindi a parentesi che di certo smuovono il corpo ma non sempre la mente, dando l’idea che gli islandesi non abbiano ancora trovato la perfetta quadratura del cerchio. “Sermon”, in ogni caso, ci presenta una realtà ambiziosa e mostra come certe qualità intraviste un paio d’anni or sono possano trovare fattivo sviluppo con un pizzico di esperienza in più. Probabilmente sarà la prossima prova in studio a dirci tutto sull’effettiva portata degli Une Misere.

TRACKLIST

  1. Sin & Guilt
  2. Sermon
  3. Overlooked // Disregarded
  4. Burdened // Suffering
  5. Fallen Eyes
  6. Beaten
  7. Grave
  8. Failures
  9. Damages
  10. Offering
  11. Spiral
  12. Voiceless
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.