UNRULY CHILD – Can’t Go Home

Pubblicato il 20/03/2017 da
voto
5.0
  • Band: UNRULY CHILD
  • Durata: 00:55:49
  • Disponibile dal: 24/02/2017
  • Etichetta: Frontiers
  • Distributore:

A tre anni di distanza dalla pubblicazione del trascurabile “Down The Rabbit Hole”, gli Unruly Child realizzano un sequel altrettanto superfluo, nonché privo di quella necessaria freschezza che richiede a gran voce una corrente artistica come l’hard rock melodico. Riaccasatisi ora presso l’iperattiva Frontiers Records, i cinque protagonisti sembrano aver completamente smarrito l’istinto e la lucidità compositiva che in passato ha permesso loro di incidere un’opera superba come l’omonimo esordio. Una produzione fredda e asettica, nonché priva delle necessarie dinamiche, volta ad appiattire incomprensibilmente il suono dei bassi, non aiuta di certo a farci trascorrere con entusiasmo il tempo dedicato alla suddetta opera. Marcie Free appare anch’ella come una fotocopia sbiadita del suo illustre passato, ponendosi sovente come una timida narratrice incapace di conferire la benché minima varietà a delle composizioni tutt’altro che accattivanti. La sua ugola stentorea, un tempo capace di attuare incantesimi prodigiosi mediante multiformi registri vocali, ora svolge l’ipotetico ruolo di una soffusa chitarra di accompagnamento, che spesso si confonde nel mellifluo impasto sonoro coniato dai Nostri. Un mesto sentore nostalgico affiora all’altezza dell’intermittente “Four Eleven”; “Get On Top” palesa invece una melodia vocale stucchevole e ridondante, che affievolisce inesorabilmente le pur buoni intenzioni strumentali. Ben pochi bagliori di luce filtrano attraverso le imponenti nubi che avvolgono il paesaggio crepuscolare offertoci da “Can’t Go Home”. Soltanto la morbidezza di “See If She Floats”, finemente graziata da un costrutto melodico sognante che decolla in un chorus efficace e l’illusorio gioco di specchi, orchestrato dalle tastiere manovrate dall’inappuntabile Guy Allison nell’energica “Driving Into The Future”, salvano l’opera dalla totale disfatta. Salvo imprevedibili colpi di coda, la carriera degli Unruly Child sembra così essere giunta definitivamente al capolinea.

TRACKLIST

  1. The Only One
  2. Four Eleven
  3. Driving Into The Future
  4. Get On Top
  5. See If She Floats
  6. She Can't Go Home
  7. Point Of View
  8. Ice Cold Sunshine
  9. When Love Is Here
  10. Sunlit Sky
  11. Someday Somehow
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.