URKRAFT – A Scornful Death

Pubblicato il 28/09/2019 da
voto
6.5
  • Band: URKRAFT
  • Durata: 00:35:30
  • Disponibile dal: 18/09/2019
  • Etichetta:
  • Distributore:

Sometimes, they come back. Prendendo in prestito il titolo di uno dei primissimi racconti di Stephen King, ridiamo il benvenuto agli Urkraft, la death metal band danese che nel 2008, dopo aver ben impressionato con i primi due album (“Eternal Cosmic Slaughter” e “The Inhuman Aberration”) decise di mettere la parola fine alla loro carriera. Non prima però di avere imbastito una terza fatica, la qui presente “A Scornful Death”. Un full-length che tuttavia, proprio a causa del sopraggiunto scioglimento, non venne distribuito sugli scaffali metallici, risultando così disponibile nella sola modalità download. Oggi, in concomitanza con il ritorno sulle scene, e in contemporanea con la pubblicazione del quarto lavoro in studio (“Our Treacherous Fathers”) i quattro death metaller di Copenaghen, tramite la First Force Music, danno finalmente vita a quell’album rimasto nei bassifondi dei magazzini danesi.
Uno “A Scornful Death” che, se da una parte conferma la mole di potenza e tecnica massiccia che gli Urkraft erano in grado di riversare sull’ascoltatore, dall’altra sottolinea ancor di più lo stacco stilistico tra quanto prodotto undici anni fa e la nuova release pubblicata in questi giorni. Nel dettaglio, i nove capitoli presenti in scaletta, infatti, seguono di pari passo ciò che Thomas Stromvig e compagni avevano già macinato nei dischi precedenti. Ritmi serrati e monolitici, coadiuvati da riff arzigogolati, accompagnano il ringhio rabbioso dello stesso Stromvig, mentre un tappeto di tastiere interviene solenne qua e là ad alleggerire, o se vogliamo a dare maggiore pomposità, a quello che sarebbe, altrimenti, un cingolato sonoro lungo trentacinque minuti. Da segnalare, tra le altre, la più articolata “The Power To Crucify”, la ‘cannibalesca’ “The Prophet & The Rose”, oltre al carro armato targato death della titletrack. Il resto segue il copione recitato dai pezzi appena menzionati: una carica esplosiva al 100% senza tuttavia garantire alcuna sorpresa o varietà di sorta. In ritardo sul tabellino di marcia, gli Urkraft ci ricordano come suonavano dieci anni or sono: violenti, massacranti… in attesa della svolta odierna.

TRACKLIST

  1. The Power To Crucify
  2. Fed To Dogs
  3. The Prophet & The Rose
  4. Ghost08
  5. A Scornful Death
  6. Shrieking Of The Mad
  7. The Murderer In All Men
  8. A Miracle Grotesque
  9. Eternity's Chamber
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.