VACIVUS – Annihilism

Pubblicato il 05/11/2019 da
voto
7.5
  • Band: VACIVUS
  • Durata: 00:38:22
  • Disponibile dal: 25/10/2019
  • Etichetta: Profound Lore
  • Distributore: Audioglobe

Il gusto della citazione o comunque le principali influenze dei Vacivus potranno risultare piuttosto evidenti ai più attenti conoscitori dell’attuale circuito underground death metal, ma ciò con tutta probabilità non impedirà loro di apprezzarne le composizioni. Nonostante vi sia infatti una certa componente derivativa nel materiale del gruppo, la stessa non può fare passare troppo in secondo piano l’efficacia del songwriting e la cura riposta in ogni dettaglio del confezionamento di questo “Annihilism”, terza fatica sulla lunga distanza della band di Sunderland.
La verve in dote al quintetto inglese è percepibile sin dalle prime note, così come la maturità nell’elaborazione del materiale, la cui compattezza ha spesso poco da invidiare a quella tipica di certi loro più noti colleghi. Va senz’altro sottolineato come un paio di membri della formazione facciano anche parte della line-up dei Cruciamentum e che tale vicinanza, stilistica e attitudinale, con tali pesi massimi del death metal britannico sia avvertibile in vari punti. Daniel Lowndes, leader di questi ultimi, ha inoltre curato il mastering del disco, mentre Greg Chandler, leader dell’istituzione death-doom Esoteric, ha supervisionato l’intera produzione. Questi contributi non sono tuttavia l’unico elemento a dare lustro a un ritorno che si fa appunto ascoltare con interesse e con piacere anche e soprattutto per i brani offerti. I Vacivus, come accennato, architettano un songwriting concreto e ben definito, basato su un impianto ritmico variegato e su interessanti spunti a livello melodico, come del resto subito dimostrano pezzi come “Terminus” o “Ecdysis”, dove assistiamo anche a curiosi abbinamenti fra arpeggi e blastbeat. Certi riff di chitarra guardano alla vera e propria vecchia scuola death metal di Morbid Angel o Demigod, mentre altre soluzioni si avvicinano appunto all’operato degli amici Cruciamentum o dei Dead Congregation, ma il gioco dei rimandi non sfocia mai in un prodotto davvero prevedibile, se non addirittura tedioso. Con tracce di cinque, sei o anche sette minuti, il gruppo riesce ad offrire una vasta gamma di spunti, ricorrendo sempre, con un certo ordine, a strutture mutevoli e dinamiche. “Annihilism” è insomma una prova che trasmette sano trasporto e genuina passione per il genere proposto: per tutto l’arco della tracklist i ragazzi inglesi mostrano una sincerità di fondo che riesce a incrementare il coinvolgimento emotivo ascolto dopo ascolto.

TRACKLIST

  1. Post Templum
  2. Of Ruinous Essence
  3. Terminus
  4. Shards
  5. In Fine Dierum
  6. Annihilism
  7. Indignus
  8. Ecdysis
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.