VADER – Impressions In Blood

Pubblicato il 02/10/2006 da
voto
7.0
  • Band: VADER
  • Durata: 00:37:12
  • Disponibile dal: 04/09/2006
  • Etichetta: Regain Records
  • Distributore: Self

Non è certo la costanza che difetta ai Vader. Con il nuovissimo “Impressions In Blood” infatti, la band capitanata da Peter Wiwczarek arriva al nono full length della propria carriera (escludendo tutti i vari ep e live album) e giunge a questo traguardo in gran spolvero. Già il mini “The Art Of War” dello scorso anno lasciava presagire delle buone cose, sicuramente migliori di quanto ascoltato in “The Beast” e “Revelations”, ultimi lavori dei polacchi. Qui Peter lascia da parte certi “sperimentalismi” e ritrova la concretezza di “Litany”, grazie ad un riffing squadrato e potente e a una sezione ritmica di nuovo martellante, grazie soprattutto al dinamismo di Daray dietro le pelli, che sostituisce degnamente il mai dimenticato Doc. Le tracce sono quasi tutte veloci ed infarcite di blast beats, con un songwriting superiore alla media che permette loro di rimanere impresse già dai primi ascolti. In questo caso risulta esplicativo il primo singolo estratto dall’album, “Helleluyah!!! (God Is Dead)”, con il suo ritornello assolutamente trascinante e piuttosto inusuale per una death metal band. Altri brani da ricordare sono la veloce “As Heavens Collide…” e il mid tempo “Predator”, vero schiacciasassi guidato da chitarre crunchy e da un Peter incredibilmente efficace dietro il microfono, sorta di Lemmy del death. Da segnalare anche l’utilizzo di tastiere orrorifiche che fanno da intro a qualche brano e fungono da intermezzo nella conclusiva “The Book”, donando alla traccia un’aura malvagia in odore di Dimmu Borgir. Questo “Impressions In Blood” non inventerà niente di nuovo ma, appeso com’è tra groove e violenza ed aiutato da una produzione efficace, riesce nell’intento di risollevare una band che negli ultimi anni aveva visto la propria stella leggermente appannata.

TRACKLIST

  1. Between Day and Night
  2. ShadowsFear
  3. As Heavens Collide...
  4. Helleluyah!!! ( God Is Dead )
  5. Field Of Heads
  6. Predator
  7. Warlords
  8. Red Code
  9. Amongst The Ruins
  10. They Live!!!
  11. The Book
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.