VADER – Tibi Et Igni

Pubblicato il 05/06/2014 da
voto
7.0
  • Band: VADER
  • Durata: 00:42:02
  • Disponibile dal: 30/05/2014
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

E’ giunto il momento anche per i Vader di festeggiare il trentesimo anniversario di gloriosa carriera, anzi, per la precisione questo è il trentunesimo compleanno della band di Piotr “Peter” Wiwczarek, fondata nel lontano 1983 e da allora sempre orgogliosa e incorruttibile portatrice di sano, ruvido e martellante death metal. A tre anni da quel “Welcome To The Morbid Reich”, uno dei capitoli più ispirati della loro discografia più recente, i Nostri erano chiamati all’ennesima riconferma, e dobbiamo dire che la missione è riuscita discretamente bene. Posto che aspettarsi qualcosa di nuovo da questa band è utopia pura e che, come in ogni disco dei Vader, non mancano quei due/tre pezzi che non vediamo l’ora di sentire ad uno dei loro live incendiari, diciamo che “Tibi Et Igni” è un capitolo della loro discografia dove si nota qualche spunto più evocativo/riflessivo. In certi casi questo avviene mediante l’utilizzo di introduzioni di stampo neoclassico come ad esempio in “Go To Hell” o in “Hexenkessel”, oppure in “The Eye Of The Abyss”, mentre, specie nella seconda parte della tracklist, i Nostri pongono l’accento su un songwriting un pelo più controllato e leggermente meno impetuoso, dove a spiccare sono assoli che vanno alla ricerca di una certa melodia e non sono votati solo ed esclusivamente alla velocità ed alla violenza incontrollata. Ora però, non aspettatevi che i Vader siano divenuti i Cradle Of Filth del death metal, perché non è assolutamente così: le atmosfere sinfoniche delle intro citate in precedenza vengono infatti inserite allo scopo di venire puntualmente demolite dalle classiche smitragliate di blastbeat e pedalate di doppia cassa, dai riff incendiari in salsa Slayer e da tutti gli elementi che contraddistinguono da sempre il sound dei polacchi. Dato che dire qualcosa di realmente nuovo sui classici pezzi alla Vader è praticamente impossibile, ci soffermeremo su un episodio davvero singolare come la conclusiva “The End”: una canzone dominata da un riff lento, monolitico e cadenzato, che sprigiona un’atmosfera pomposa e dove sbuca addirittura una parte cantata/parlata, e non urlata, dall’inizio alla fine. Onestamente è un brano riuscito solo in parte, e non crediamo si tratti di un caso che sia stato posto come capitolo finale del disco, tuttavia ci mette in mostra anche un lato insolito della band di Peter. Insomma, tirando le somme, “Tibi Et Igni” è il solito disco dei Vader che, seppur con qualche piccola eccezione, non sposta di una virgola la fiducia che i fan avevano, ed hanno, nei loro confronti.

TRACKLIST

  1. Go To Hell
  2. Where Angels Weep
  3. Armada On Fire
  4. Triumph Of Death
  5. Hexenkessel
  6. Abandon All Hope
  7. Worms Of Eden
  8. The Eye Of The Abyss
  9. Light Reaper
  10. The End
4 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.