VALIENT THORR – Our Own Masters

Pubblicato il 20/06/2013 da
voto
7.0
  • Band: VALIENT THORR
  • Durata: 00:42:21
  • Disponibile dal: 17/06/2013
  • Etichetta: Volcom Entertainment
  • Distributore:

Il sesto album é un traguardo ragguardevole per chiunque, soprattutto per gente come i Valient Thorr, da sempre ai margini della scena che conta ma ormai un nome affermatissimo a livello underground (e non solo, verrebbe da dire). “Our Own Masters” come al solito é un concentrato vitaminico contenente tutto ciò che fa rock, sia esso declinato nella versione sonica di MC5 o The Stooges, sia più vicino al metal propriamente inteso, sia quando si va a parare – in maniera quasi inedita per la band – su territori più affini al punk hardcore. Proprio questa é la sostanziale novità del nuovo platter; se una certa cafonaggine punk é da sempre insita nel sound dei Nostri, qui vengono a galla anche momenti più legati ad asperità hardcore non lontanissime dai primi Black Flag, inseriti come sempre in un contesto sudato ed iperenergetico. Semmai – sottogeneri a parte – il piccolo miracolo compiuto dai Valient Thorr é quello di essere personali ed immediatamente riconoscibili pur suonando un genere tra i più classici ed abusati in circolazione. Tra sbandate speed thrash (“Master Collider”), richiami a canoni classici (“Manipulation”), punk rock novantiano (“No Strings Attached”), agganci al southern rock (“Cerberus”), beffarde citazioni dei White Stripes (“Call Of The Dogs), la già citata componente hardcore (“Good News Bad News”) e gli immancabili Motorhead omaggiati in “Crowdpleaser”, la band di Valient Himself prosegue la propria strada infarcita di buona volontà, buon gusto compositivo e tantissima energia. “Our Own Masters” é un lavoro che rilascia adrenalina allo stato puro, inserendosi appieno nella grandissima tradizione rock a stelle e striscie e più che altro utile come scusa per intraprendere altri tour in maniera continua ed incessante. Imperdibile per gli amanti del genere, sebbene chiunque si ritenga un amante del rock tout court dovrebbe dare perlomeno una chance ai valorosissimi Valient Thorr. Cafoni.

TRACKLIST

  1. Immaculate Consumption
  2. Master Collider
  3. Manipulation
  4. No String Attached
  5. Life Hands Your Demons
  6. Torn Apart
  7. Cerberus
  8. Good News Bad News
  9. Insatiable
  10. Crowdpleaser
  11. Nervous Enegy
  12. Call Of The Dogs
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.