VEIL OF MAYA – The Common Man’s Collapse

Pubblicato il 25/08/2008 da
voto
6.5
  • Band: VEIL OF MAYA
  • Durata: 00:33:08
  • Disponibile dal: /06/2008
  • Etichetta: Sumerian Records
  • Distributore:

Melodic death metal svedese misto a qualche spunto meshugghiano. Fondamentalmente, gli americani Veil Of Maya propongono questo. Per descriverli c’è chi ha già tirato in ballo termini come “progressive” o “fusion”, ma, almeno per ora, meglio andarci cauti… una manciata di riff sbilenchi non rendono una band progressiva, a maggior ragione se questi ultimi sono spesso letteralmente presi in prestito dal gruppo di Jens Kidman e inseriti in composizioni elaborate soltanto di facciata. Per non parlare di “fusion”… quello è meglio accostarlo solo ai Cynic, dai quali, tra l’altro, i nostri hanno probabilmente tratto il loro monicker. Detto questo, è ora giusto dare atto ai Veil Of Maya di aver comunque confezionato un dischetto gradevole con questo loro secondo full-length. A tratti, come accennato, si fa un po’ largo il fastidioso effetto “copia/incolla”, con riff di matrice melodic death che vengono alternati a scariche sfacciatamente meshugghiane, ma, tutto sommato, complice anche la sua breve durata, la tracklist si lascia ascoltare con un certo piacere. Anche se a volte molto simili fra loro, le varie composizioni propongono diversi spunti catchy e finiscono per non annoiare. E siamo abbastanza certi che con una produzione più calda il risultato finale sarebbe stato anche un pelo migliore. In ogni caso, è già apprezzabile il fatto che la band non sia artefice del solito polpettone death-core tutto breakdown e grugniti. Bello sapere che negli USA c’è ancora qualche giovane band che oggi, a livello di ascolti e influenze, riesce ad andare oltre i Suicide Silence…

TRACKLIST

  1. Wounds
  2. Crawl Back
  3. Mark The Lines
  4. It's Not Safe To Swim Today
  5. Entry Level Exit Wounds
  6. Pillars
  7. We Bow In Its Aura
  8. All Eyes Look Ahead
  9. Sever The Voices
  10. It's Torn Away
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.