VESSEL OF LIGHT – Vessel Of Light

Pubblicato il 01/12/2017 da
voto
6.5
  • Band: VESSEL OF LIGHT
  • Durata: 21:32
  • Disponibile dal: 03/11/2017
  • Etichetta: Argonauta Records
  • Distributore: Goodfellas

Inizia come un album del Reverendo Manson questo nuovo lavoro del duo americano formato da Dan Lorenzo (Hades, Non–Ficition, The Cursed), e Nathan Opposition (Ancient VVisdom), con tanto di mosquitos in sottofondo. Là dove “Where My Garden Grows” finisce ecco però subentrare le tonalità più tipiche di un certo heavy blues e grunge à la Alice in Chains, con “Dead Flesh And Bones” (e “Living Dead To The World”), dotata di un buon andamento rallentato tipico dei territori di Seattle, che pian piano si avvicina, col proseguo dell’ep, a territori più doomeggianti. È infatti con “Meant To Be” che sembra di avvicendarsi ai pilastri Black Sabbath e a certi Danzig (come indicato dalla stessa Argonauta), con un piacevole sentore di commistione, tutta dal sapore americano, seppur incentrata sempre sulle medesime storie di Lsd e marijuana. Non sono da meno neanche le vicinanze con il fenomeno stoner tipico dei Corrosion Of Conformity di Pepper Keenan (era “Deliverance), soprattutto con “Descending Into Death” e la “Vessel Of Light”, con quel timbro fattone stelle-e-strisce che rimane ancora oggi colonna portante di un’intera vena di proposte psichedeliche. Il lavoro dei due, trovati quasi per caso, dopo un annuncio dello stesso Lorenzo su una rivista del Jersey, danno valore ad una coppia funzionante e a dei brani ben strutturati che non dispiaceranno certo agli amanti dell’heavy blues grunge e doomeggiante, senza naturalmente dire nulla di nuovo. Poco più di venti minuti sono però troppo pochi per determinare una caratura definiva per questo progetto, di cui sicuramente si aspetta un proseguo, sperando sia degno delle buone premesse.

TRACKLIST

  1. Where My Garden Grows
  2. Dead Flesh And Bone
  3. Meant To Be
  4. Descend Into Death
  5. Living Dead To The World
  6. Vessel Of Light
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.