VESSEL OF LIGHT – Woodshed

Pubblicato il 19/10/2018 da
voto
7.0
  • Band: VESSEL OF LIGHT
  • Durata: 00:40:00
  • Disponibile dal: 21/09/2018
  • Etichetta: Argonauta Records
  • Distributore: Goodfellas

Successore dell’EP omonimo del 2017, “Woodshed” presenta nella forma più completa il progetto di Dan Lorenzo (Hades, Non-Fiction, The Cursed ) e Nathan Opposition (Ancient VVisdom ). La formula è sempre quella: uno stoner con reminescenze Alice In Chains e rintocchi danzighiani. Anticipato dall’ipnotico video di “Son Of Man”, brano diretto ed esemplificatore di tutto il discorso di “Woodshed”, l’album scorre piacevolmente senza grandi scossoni e innovazioni, inserendosi in quel gran calderone di buone produzioni stoner metal, abbastanza indistinguibili le une dalle altre. Vero è però che in questo caso sono presenti ottimi brani specifici, che portano le considerazioni dell’album ben lontano dalla ridondanza di cui è spesso vittima il genere. “Part Of My Plan” è infatti capace di ripercuotere le corde del riff à la Danzig e incattivirlo con un sound più paffuto e delle linee vocali tipiche di Jerry Cantrell. Medesimo discorso per l’ottima “A Love So True”, dove la voce di Nathan Opposition riesce ad entusiasmare e a convincere, soprattutto se aiutata dal riffing puntuale ed ispirato del Jersey Boy Dan Lorenzo. “Woodshed” si basa su un concept specifico: le torture di un killer nei confronti delle sue vittime, tutto in nome di un dio che presto porterà il protagonista ad entrare in una spirale di delirio sempre più folle e senza via d’uscita. Le tematiche oscure ben si integrano con il mood del disco, decisamente più oscuro rispetto a quanto sentito nel precedente EP. Ottima la realizzazione sonora (“Watching The Fire” su tutte), capace di rendere giustizia ad un progetto interessante, efficace e diretto al punto giusto, che coinvolgerà fin dal primo ascolto.

TRACKLIST

  1. Woodshed
  2. Part of my Plan
  3. A Love So True
  4. Son of Man
  5. Watching the Fire
  6. Beyond the Cellar Door
  7. One Way Out
  8. Man’s Sin
  9. Day of Rest
  10. End It All
  11. Pray for a Cure
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.