VIRCOLAC – Masque

Pubblicato il 09/04/2019 da
voto
8.5
  • Band: VIRCOLAC
  • Durata: 00:36:31
  • Disponibile dal: 08/03/2019
  • Etichetta: Sepulchral Voice
  • Distributore:

Avevamo lasciato i Vircolac sulla scia del precedente EP “The Cursed Travails Of The Demeter”, gustoso antipasto in merito ad una uscita di lunga durata che vede finalmente la luce oggi e che porta il nome di “Masque”. Circa tre anni dividono le due uscite, mentre sono ben sei quelli che separano la nascita della band e l’uscita del loro primo full, segnale di un procedimento nel songwriting tanto lento e meticoloso quanto efficace e proficuo. Come speravamo infatti, le nuove canzoni, senza allontanarsi troppo dallo stile che caratterizzava i Vircolac fino ad ora, ne espandono invece il concetto, potendo contare stavolta su un minutaggio consistente che permette di diffondere il messaggio velenoso ed avvenente di cui si fanno portatori con inesorabile calma e fatalità. Sarebbe riduttivo infatti limitarsi ad etichettare la band come l’ennesimo epigone death metal basandosi sull’assalto all’arma bianca di “Titan”, canzone apripista che punta inizialmente sull’aggressività per finire però sviluppandosi in un riffing ampio e solenne, sorta di preavviso circa lo sviluppo sfuggente ed ambiguo posseduto da molte delle tracce successive. In questo senso, impossibile non sottolineare le ottime evoluzioni messe in mostra in “So I Hang From A Wretched Tree” e l’abilità nel miscelare arpeggi misteriosi a partiture vorticose e prive di punti di riferimento stabili, per un risultato destabilizzante prima ed assolutamente magnetico una volta che si è presa dimestichezza con il suono ibrido dell’album. Infatti il gruppo affronta molti stili nelle canzoni, mantenendo sempre accesa la curiosità in merito al loro operato e svelando gradualmente una capacità distintiva nel fondere varie atmosfere all’interno di un unico cangiante dipinto musicale, non necessariamente sospinto verso soluzioni estreme ma anzi particolarmente interessato a mostrare un carattere originale proprio in quei momenti di chiaroscuro a metà tra pulito e distorsione che rendono tanti momenti di “Masque” così caratterizzanti ed unici. Ai ragazzi non manca certo la capacità tecnica di alzare velocità e ritmo quando necessario (“Snake Among Man”, “The Long Trail”), tornando ad interpretare una passione per il death metal profonda e radicata, ma rimangono soprattutto le suggestive tortuosità dei riff, le stralunate melodie delle chitarre ed il mood misterico generale a rimanere impressi nell’approfondita conoscenza della musica dei Vircolac, sorretti da una graffiante prestazione vocale di Laoghaire che risulta maligna e volutamente lancinante. Nel mare magnum di uscite underground odierne, sembra che i Vircolac preferiscano intraprendere un percorso coraggioso e per molti versi solitario, parallelo ad una tradizione estrema venerata e metabolizzata dal quartetto dublinese ma rielaborata secondo un metodo compositivo sicuramente insolito.

TRACKLIST

  1. Titan
  2. Tether & Wane
  3. So I Hang From A Wretched Tree
  4. Masque
  5. Snake Among Man
  6. The Long Trail
  7. End Of A Beginning
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.