VITAL REMAINS – Horrors Of Hell

Pubblicato il 18/09/2006 da
voto
6.5
  • Band: VITAL REMAINS
  • Durata: 00:57:28
  • Disponibile dal: //2006
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: Masterpiece

I Vital Remains, grazie al fondamentale aiuto dietro al microfono diGlen Benton, hanno aumentato a dismisura la propria visibilità,diventando uno dei gruppi di punta della scena death. Ma, anche primadell’arrivo del leader dei Deicide, la band aveva le idee già chiare eduna concezione di death abbastanza personale. Questo “Horrors Of Hell”raccoglie tre introvabili lavori di inizio carriera, ovverosia il settepollici “Black Mass” del 1991, l’EP “Excruciating Pain” (1990) e ilprimo demo dei ragazzi, ovverosia “Reduced To Ashes” (1989). Partiamoproprio dall’analisi di quest’ultimo: le tracce sono ancora piuttostobrevi, ad esclusione di “Vital Remains” che supera i cinque minuti didurata; la qualità audio è pessima, sembra come di essere fuori dallavenue di un concerto ad ascoltare la band che suona all’interno.Musicalmente abbiamo davanti un death metal piuttosto semplice, con lasezione ritmica fortemente influenzata dal thrash. Le tracce comunquemantengono una loro dignità, anche se non possono rappresentare quelloche la band sarebbe di lì a poco diventata. Una registrazione ex-novoavrebbe fatto apprezzare maggiormente il materiale, ma bisognaaccontentarsi di quello che passa in convento. Con le tracce di”Excruciating Pain” si fa un deciso balzo in avanti, le tempistiche siallungano e diventano simili a quelle attuali, il riffing riesce ameglio differenziarsi e, anche se mantiene comunque un vago retrogustothrashy, si può già tranquillamente definire death. Le ritmiche sonomeno martellanti che in precedenza, quindi le tracce, soprattutto”Resurrected”, risultano più varie. Per quel che riguarda “Black Mass”,è composto di due sole canzoni, che poi andranno a finire sullosplendido esordio “Let Us Pray”. Si tratta di “Of Pure Unholyness” e di”Frozen Terror”. Entrambe le composizioni ci mostrano una band giàpiuttosto matura e conscia dei propri mezzi. Le strutture sonopiuttosto elaborate e, nonostante la lunghezza, la noia nonsopraggiunge mai. Ovviamente questo “Horrors Of Hell” è riservato agliamanti della band, che così potranno avere tutto il materialeintrovabile ad un prezzo abbordabile. Per chi volesse avvicinarsi allaband invece consigliamo di ascoltare “Let Us Pray” e “Dawn Of TheApocalypse” in modo da avere un’idea più precisa sulle capacità deiragazzi.

TRACKLIST

  1. Of Pure Unholyness
  2. Frozen Terror
  3. Human Sacrifice
  4. Resurrected
  5. Fallen Angels
  6. Excruciating Pain
  7. Nocturnal Blasphemy
  8. Vital Remains
  9. Smoldering Burial
  10. Morbid Death
  11. Reduced To Ashes
  12. More Brains
  13. Slaughter Shack
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.