VITRIOL – Into The Silence I Sink

Pubblicato il 31/01/2013 da
voto
7.5
  • Band: VITRIOL
  • Durata: 01:01:38
  • Disponibile dal: 08/11/2012
  • Etichetta: Melodic Revolution Records
  • Distributore:

Dopo il più che discreto EP omonimo uscito nel 2009, i bolognesi Vitriol licenziano il loro primo full-length tramite l’americana Melodic Revolution, confezionando un interessantissimo concept album. Il tema trattato dai Nostri è il silenzio, silenzio inteso come assenza di comunicazione nella società contemporanea, nonostante i sempre più diffusi mass-media moderni. Un silenzio non nuovo però, perché storicamente sempre presente; potremmo quindi definirlo un silenzio atavico, che si manifestava atrocemente già agli albori della nostra civiltà, reso perfettamente dall’immagine del Cristo in croce (presentata nell’ultima traccia del disco) che invoca il Padre con queste celebri parole: “Mio Dio, mio Dio, perché mi hai abbandonato?”. E la risposta è appunto il silenzio. Un argomento così interessante non poteva che essere reso in musica tramite un songwriting molto articolato, capace di miscelare sapientemente la tecnica e il gusto dei Dream Theater con le atmosfere cupe dei Tool, passando per un elegante alternative metal e attraverso la magniloquente decadenza del progressive inglese. Gli ingredienti, come vedete, sono molti e il merito dei Vitriol è quello di saperli mischiare perfettamente, offrendo una sublime formula sempre in bilico tra l’introspezione e le atmosfere rarefatte di certo progressive, con la concretezza e la violenza dell’alternative prog-metal. Il risultato di questa illuminata opera si palesa in dieci canzoni ricche di poesia, di suoni freddi e oscuri che tolgono il respiro e stringono il cuore, di tante seducenti ombre e di poche, ma incisive luci. Consigliatissimo.

TRACKLIST

  1. Behind the Electric Veil
  2. Slowly She Dies
  3. Arabesque
  4. Sinking
  5. The Frozen Wind
  6. Endless Spiral
  7. Despite Your Cries
  8. Oceans
  9. The Continuous Struggle
  10. Three Times
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.