VLTIMAS – Something Wicked Marches In

Pubblicato il 19/03/2019 da
voto
7.5
  • Band: VLTIMAS
  • Durata: 00:39:00
  • Disponibile dal: 29/03/2019
  • Etichetta: Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

Una volta tanto, non c’è bisogno di addentrarsi in disamine minuziose per descrivere la tipologia di sound abbracciata da un disco, perchè “Something Wicked Marches In” è un’opera che si auto-definisce già a partire dal titolo e dai nomi coinvolti. Un lavoro che non tarderà a stimolare le corde emotive di quella generazione di ascoltatori identificatasi nel metal estremo degli anni Novanta, frutto degli sforzi di tre pesi massimi della scena – David Vincent, Rune Eriksen, Flou Mounier – qui intenti a raffigurare un paesaggio familiare e al contempo ricco di avvallamenti non percepibili a prima vista.
La strada maestra scelta dal chitarrista norvegese, principale responsabile del songwriting, è quella di un death metal dall’indole ora furente e scattante, ora cattedratica e marziale, giocoforza ispirato ai Morbid Angel dei capitoli ‘A’, ‘B’, ‘C’ e ‘D’; una base magmatica lungi dall’assestarsi su precise coordinate ritmiche, in cui sventagliate di blast beat e riff circolari cedono sovente il passo a digressioni suadenti che esaltano la vocalità istrionica del frontman e la malleabilità delle trame, con l’eco bellicoso di brani come “Praevalidus” e “Total Destroy!” a perdersi nelle visioni apocalittiche delle lunghe e strutturate “Monolith”, “Last Ones Alive Win Nothing” e “Marching On”. È in questi ultimi episodi (cui si aggiunge la titletrack posta in apertura a mo’ di manifesto programmatico) che si può dire gli VLTIMAS svelino apertamente le loro ambizioni, prima snocciolando una serie di melodie epiche e dolenti, poi raffreddando il guitar work fino a lambire il metallo nero dei fiordi, per una quarantina di minuti inscindibili da una spiccata espressività e da una cura maniacale nello sviluppo armonico dell’intera raccolta. Un amalgama semplice, eppure – filtrato dalla proverbiale classe dei musicisti coinvolti – in grado di irretire molto più di tante ‘next big thing’ attuali. L’ennesima riprova del tocco magico della vecchia scuola, annoverabile tra le uscite più coinvolgenti di questo inizio 2019.

TRACKLIST

  1. Something Wicked Marches In
  2. Praevalidus
  3. Total Destroy!
  4. Monolilith
  5. Truth And Consequence
  6. Last Ones Alive Win Nothing
  7. Everlasting
  8. Diabolus Est Sanguis
  9. Marching On
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.