VOICES OF DESTINY – Power Dive

Pubblicato il 12/02/2012 da
voto
6.5
  • Band: VOICES OF DESTINY
  • Durata: 00:51:15
  • Disponibile dal: 27/01/2012
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Audioglobe

Soprattutto nell’ultimo periodo, le cosidette ‘female fronted band’ sono davvero in crescita, anche se spesso solo numerica, e non sempre qualitativa. Nell’enorme numero dei nuovi arrivati che rientrano in questa larga categoria, sono però meno numerose quelle realtà che si ispirano in maniera quasi totale al noto gruppo olandese Epica. Certo, il gruppo capitanato da Mark Jansen e dalla bella Simone Simons è quasi sempre presente nel range di influenze delle band che si dedicano al metal gotico/sinfonico, ma difficilmente risultano essere l’influenza preponderante. Ciò deriva dalla complessità del loro songwriting e dalla difficile alchimia tra parti classiche e ritmiche robuste, entrambi trademark della band olandese. I Voice of Destiny invece, formazione tedesca dal 2010 accasata con la Massacre, seguono proprio le impronte degli Epica, non facendone peraltro mistero e ponendosi come ideali ‘discepoli’ di Jansen & Co. Una scelta coraggiosa, potremmo dire, perché, come già accennato, la complessità intrinseca nel songwriting degli Epica convince spesso molte band a dirottare verso i più orecchiabili lidi dei Within Tempation o verso le sonorità dei Nightwish; ma anche una scelta che però risulta riuscita solo all’80%, per via di alcune piccole ingenuità ed imperfezioni che macchiano un risultato finale che altrimenti sarebbe stato davvero eccezionale. Problemi non sembrano sussistere a livello di scrittura o di maturità: anzi, è proprio il songwriting a risultare essere il pezzo forte dei Voices Of Destiny. La lezione degli Epica, da questo punto di vista, è certamente bene appresa e si manifesta in undici composizione mature, elaborate e complesse. Ottima l’alternanza tra il growl e la voce femminile, mai sbilanciata in favore di una delle due parti, e mirabile risulta essere anche la collaborazione tra chitarre e tastiera, elemento che crea un risultato contemporaneamente sia metallico che sinfonico, abile a destreggiarsi tra movimenti più nervosi e altri più distesi. I punti deboli si possono invece rintracciare in una voce femminile leggermente meno interessante rispetto a quella di Simone (somigliante più a quella ‘leggerina’ di Sabine Edelsbacher degli Edenbridge) e in una troppo alta dipendenza a schemi fissi che si ripetono eccessivamente all’interno del disco stesso. Se le altre band cui i Voices Of Destiny si ispirano riescono con successo a prendere i vari elementi del proprio sound e a separarli seguendo su ogni canzone suggestioni diverse, questo per loro non accade e l’intero disco risulta essere leggermente monocorde, un po’ troppo ancorato ad una proposta sonora che indubbiamente gli viene molto bene, ma che sulla lunghezza della cinquantina di minuti di “Power Dive” finisce per ridimensionare il giudizio sull’intero album. Bravi e pronti a compiere un definitivo salto di qualità, così si presentano a noi i Voices Of Destiny e questo loro “Power Dive”. Tuttavia, alla luce di quanto ascoltato, possiamo dire che per questo salto dovremo attendere ancora almeno un altro album. Per ora però possiamo lo stesso goderci un prodotto ben composto e più che sufficiente sotto praticamente ogni aspetto. L’unico consiglio che vogliamo dare è quello di esplorare più a fondo l’intera gamma delle sonorità appartenenti a quelle influenze che tanto bene hanno mostrato di aver assimilato.

TRACKLIST

  1. Prologue
  2. Power Dive
  3. My Separation
  4. Dream Awake
  5. Kami
  6. The Untouchable
  7. Being Worth
  8. Dedication
  9. Your Hands
  10. Red Winter Snow pt. I
  11. Power Dive(reprise)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.