VOID PARADIGM – Ultime Pulsation | Demain Brûle

Pubblicato il 18/11/2020 da
voto
7.0
  • Band: VOID PARADIGM
  • Durata: 00:38:41
  • Disponibile dal: 06/11/2020
  • Etichetta:
  • Avantgarde Music
  • Distributore: Audioglobe

Spotify non ancora disponibile

Apple Music:

Nonostante un’attività forse un poco sottovalutata, i Void Paradigm giungono oggi al traguardo del terzo disco forti di due predecessori dalla qualità già evidente, seppure ancora un po’ informe e da plasmare a dovere. Il lavoro sembra però essere stato fatto a puntino in questo “Ultime Pulsation | Demain Brûle”, che cristallizza definitivamente l’essenza della band nella sua opera più significativa e caratterizzante. Quello mostrato oggi infatti è un esempio pulsante di black metal dal carattere mutevole, multiforme, interessato ad esplorare nuovi approcci al genere ponendo in primo piano il concetto di disintegrazione quale motore principale dell’intera opera, suddivisa in due lunghe suite da quasi venti minuti ciascuna, capaci di mostrare appunto una rappresentazione anche musicale, oltre che lirica, dell’idea generante questo stesso album. I toni sono da subito molto tesi, lenti ma incalzanti, lasciando presagire un’atmosfera stringente che si concretizza poco dopo nelle dissonanze messe in atto da basso e chitarra, sul quale poggia un drumming dall’alto tasso adrenalinico che tira dietro a sé tutto quel che passa sulla strada. I primi dieci minuti evolvono infatti in un crescendo di furia distruttiva, che attinge parimenti dal malessere del black metal quanto dalla rabbia dinamica dello sludge più feroce, mischiati tra loro secondo arrangiamenti bizzarri in grado di donare in definitiva un carattere certamente eccentrico alle evoluzioni del terzetto. Pur mantenendo un approccio decisamente educato, quando non palesemente studiato a tavolino, i Void Paradigm si buttano con lodevole coraggio in soluzioni quantomeno impertinenti, secondo processi di scrittura semiautomatici che nel complesso reggono botta con grande dignità. Piace ad esempio come il basso tenda a staccarsi dalla chitarra seguendo linee melodiche personali, o il gusto chitarristico di condire con schizzi di pazzia la tela stesa secondo accurati calcoli, prima di insinuarsi nella seconda parte della narrazione, dove le distorsioni scompaiono e si lascia spazio alla voce straziante del cantante e agli incastri storti della parte strumentale. Anche in questo caso la tensione viene gestita con esperienza, giungendo al risveglio dell’anima metal nella seconda traccia, riprendendo il discorso iniziale dopo un’introduzione in distorto e tempi pesanti dal carattere più emotivo e lineare, che semplificano non di poco la portata generale di un prodotto tanto ambizioso. Le cose tornano a farsi interessanti nelle battute finali del disco, quando, a partire da un ipnotico loop di chitarra, si giunge all’esplosione di energia che porterà alla conclusione di questo imponente viaggio musicale. Come detto, i Void Paradigm hanno affinato al meglio il loro particolare stile artistico, rilasciando oggi il loro album migliore e più organico, anche se forse il loro sistema creativo (basato su un rigido sistema teorico dodecatonico) finisce talvolta per limitarne l’efficacia, rendendo poco consequenziale il riffing nella successione delle varie parti. Poche ombre, comunque, per un lavoro dall’appeal cervellotico ma dai risvolti intensi ed appassionanti, che non lasciano spazio alla noia in quasi nessuno dei suoi momenti.

 

TRACKLIST

  1. Ultimate Pulsation
  2. Demain Brûle
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.