VOLTUMNA – Disciplina Etrusca

Pubblicato il 19/06/2015 da
voto
7.0
  • Band: VOLTUMNA
  • Durata: 00:43:01
  • Disponibile dal: 27/03/2015
  • Etichetta:
  • Distributore:

Umiltà, professionalità, caparbietà. Questi i pilastri su cui poggia la carriera dei viterbesi Voltumna, protagonisti negli ultimi anni di una lenta ma inesorabile ascesa ai vertici della scena black/death nostrana. “Disciplina Etrusca” è il loro secondo full-length e nell’arco di tre quarti d’ora non fa altro che confermare le buone impressioni suscitate dall’esordio “Damnatio Sacrorum”, offrendoci dodici nuovi brani – inclusa una cover di “Black Metal” dei Venom – in cui influssi nordeuropei e mediterranei si incontrano dando vita ad un ibrido a base di Necrophobic, Behemoth e Rotting Christ (periodo “Thy Mighty Contract”/”Non Serviam”). Dai primi il quartetto mutua il riffing velenoso e diabolico delle chitarre, che deve più di qualcosa alle rasoiate contenute in una perla come “Darkside”, dai secondi l’incedere possente e marziale della sezione ritmica e dagli ultimi – un riferimento per nulla scontato di questi tempi – l’ampollosità delle atmosfere, con tappeti tastieristici raffinati e mai invadenti a fare capolino da diversi episodi della tracklist. Se la proposta è rimasta quindi grossomodo invariata, lo stesso non può dirsi dell’ispirazione e del livello qualitativo medio: fin dalle battute iniziali di “Roma Delenda Est”, o della successiva “Prophecy Of One Thousand Years”, risulta chiaro come il songwriting dei Nostri si sia affinato, destreggiandosi con inedita scioltezza fra parentesi di pura blasfemia e momenti di più ampio respiro, durante i quali le suddette tastiere salgono in cattedra per ammantare il tutto di un flavour occulto affascinante, non troppo dissimile da quello dei connazionali Opera IX e Mortuary Drape. Forse manca ancora qualcosina per gridare all’effettivo miracolo (come una dose maggiore di intraprendenza che consentirebbe alla band di svincolarsi da certi mostri sacri), ma arrivati a questo punto crediamo sia soltanto questione di tempo: gli amanti delle sonorità descritte non faticheranno a trovare uno o più elementi di interesse tra questi solchi.

N.B.: L’album, completamente autoprodotto, può essere acquistato dallo store ufficiale della band.

TRACKLIST

  1. Roma Delenda Est
  2. Prophecy Of One Thousand Years
  3. Disciplina Etrusca
  4. The Alchemist
  5. Bellerofonte
  6. Bringer Of Light
  7. Tages, Born From The Earth
  8. Carnal Genesis
  9. Measure The Divine
  10. Teofagia
  11. Black Metal (Venom Cover)
  12. Tirreno
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.