VORUM – Poisoned Void

Pubblicato il 31/01/2013 da
voto
7.5
  • Band: VORUM
  • Durata: 00:35:00
  • Disponibile dal: 25/01/2013
  • Etichetta: Woodcut Records
  • Distributore:

Non ne avete avuto abbastanza di Degial o Lvcifyre e desiderate ardentemente essere investiti da una nuova scarica di sonorità mefistofeliche? Allora questo “Poisoned Void”, prima prova sulla lunga distanza dei finlandesi Vorum, è ciò che fa per voi. I nomi sopra citati indicano chiaramente la direzione stilistica imboccata dal quartetto di Mariehamn, fedele al solco tracciato dai Morbid Angel di “Altars Of Madness”/”Blessed Are The Sick” e portato avanti negli anni – più o meno fedelmente – da centinaia di altri epigoni sparsi per il mondo. Insomma, non siamo di fronte alla “solita” orda di death metaller proveniente dalla terra dei mille laghi, il cui sound è generalmente investito da colate laviche di chitarre ultra-sature e urla abissali (basti pensare a Maveth, Gorephilia o Corpsessed): i brani si dipanano agilmente, sorretti da riff velenosissimi e da uno screaming – ad opera del cantante/chitarrista Jonatan Johansson – invasato e pestilenziale, letteralmente “sputato” in faccia agli ascoltatori. Un distillato di metallo della morte che nulla ha da invidiare alla perfidia del black metal, esemplificato dalle trame diaboliche di “Evil Seed” – già inclusa nello split del 2010 con gli statunitensi Vasaeleth – e dal dittico “Thriving Darkness”/”Poisoned Void”, gli episodi più lunghi e strutturati della tracklist da cui scaturiscono fiumi burrascosi di melodie spettrali e luciferine. Curato tanto nel songwriting quanto nei dettagli (ottimo artwork, produzione organica ma “ordinata”, lontana dalla cacofonia adottata da alcune realtà old-school death metal), “Poisoned Void” è quello che definiremmo un debut album perfettamente riuscito, ennesima conferma dello straordinario stato di grazia della Finlandia extreme metal, da sempre baluardo di musica oscura e maledetta. Un disco che è un piacere assaporare con calma, rischiarati dalla luce di qualche pentacolo infuocato tracciato sul pavimento.

TRACKLIST

  1. Impetuous Fire
  2. Death's Stain
  3. Rabid Blood
  4. Thriving Darkness
  5. Evil Seed
  6. In Obscurity Revealed
  7. Dance Of Heresy
  8. Poisoned Void
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.