WALLS OF BABYLON – A Portrait Of Memories

Pubblicato il 17/04/2018 da
voto
7.0
  • Band: WALLS OF BABYLON
  • Durata: 00:50:23
  • Disponibile dal: 13/04/2018
  • Etichetta: Revalve Records
  • Distributore:

Streaming:

La band dell’anconetano ci ripropone la propria visione di progressive metal contaminato da sonorità power: questo lavoro è un condensato di capacità e carisma, caratterizzato da un’ottima varietà di stile e di atmosfere intimistiche. Durante l’ascolto ci si imbatte in sezioni ambient molto evocative, passaggi tecnici di qualità, ben dosati in sostanza e gusto, oltre che a delle liriche coinvolgenti e trascinanti; infine, non mancano nemmeno momenti con più brio e mordente. I vari elementi vengono sempre giostrati con cura dalla formazione, anche grazie all’utilizzo sapiente di sequenze e tastiere arrangiate in maniera da creare momenti di piacevole sospensione all’interno dei brani, come nella parte antecedente la sezione strumentale di “Treason”. Talvolta, invece, per dare quella pennellata d’enfasi e di modernità ad alcuni riff come nell’intro di “My Disguise”. Modernità rilevabile anche nelle sezioni ritmiche caratterizzate da geometrie irregolari, mai esasperate od esasperanti, in grado di soddisfare i palati più affamati di sfoggi di tecnica senza, tra l’altro, far perdere il filo conduttore tra i variegati brani dell’album creando un piacevole coinvolgimento nell’ascoltatore per tutta la durata del full-length. Non mancano momenti più votati ad un sound maggiormente incisivo e lineare in cui, oltre alla qualità del suonato, si possono apprezzare le capacità dietro al microfono di Valerio Gaoni. Durante la sua performance riesce a esprimere delle tonalità calde ed avvolgenti come nel singolo “Let Me Try”; bellissimo brano che ha fatto balzare i ricordi all’epoca dei Vision Divine di “Stream Of Consciousness”, oltre che a fornire interpretazioni più graffianti e d’impatto quali “Sacred Terror” e “Burden”. In quest’ultima, durante i passaggi più coinvolgenti, s’insinua un piacevole riachiamo alle sonorità Blind Guardian d’inizio millennio. Durante i cinquanta minuti di questo “A Portrait Of Memories” il quintetto si è dimostrato in grado di suscitare svariati stati d’animo creando un’ altalena emotiva dal lieto pendolìo che si ferma dolcemente sulle note di “My Heaven”. Brano che chiude il lavoro e in cui sarà impossibile, anche per i più duri e crudi, non essere travolti dal calore dell’interpretazione di questa ballata. I Walls Of Babylon, al secondo album, hanno espresso un lodevole songwriting dando l’impressione d’ esser in grado di prendere i connotati delle strutture, superficialmente semplici, dei brani power-oriented per stiracchiarli, modificarli e somontarli per poi ricomporli a loro immagine e piacimento arricchendole di lineamenti progressive suggestivi che donano una godibile, ma soprattutto, riconoscibile linea stilistica. Ottimo lavoro.

TRACKLIST

  1. Oblivion
  2. Starving Soul
  3. My Disguise
  4. Burden
  5. Forgotten Desire
  6. Let Me Try
  7. Sacred Terror
  8. Sudden Demon
  9. Treason
  10. My Heaven
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.