WALLS OF JERICHO – No One Can Save You From Yourself

Pubblicato il 25/03/2016 da
voto
7.0
  • Band: WALLS OF JERICHO
  • Durata: 00.35.15
  • Disponibile dal: 25/03/2016
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

Otto anni è un periodo enorme, discograficamente parlando, soprattutto in tempi dove l’industria è istantanea e la presenza costante è quasi un obbligo. L’arco temporale ampio quanto basta per farci stare scioglimento e reunion è stato dedicato dai Walls Of Jericho alla gravidanza della frontwoman Candace, che ha rivendicato una gestazione fuori dai riflettori fino a questo nuovo capitolo, licenziato dalla bulimica label Napalm Records. La lunga sospensione delle attività poteva far temere per la chimica e lo stato di forma della formazione, fortunatamente “No One Can Save You From Yourself” mostra non solo che la ripresa è stata invidiabile, da invece sfoggio di una scrittura rigenerata e degna della discografia del gruppo: spostandosi dallo slayer-core verso le sfaccettature più heavy del punk hardcore i WOJ mantengono alta l’intensità della loro proposta per tutta la durata della raccolta, senza tuffarsi nell’ignoranza, prendere in prestito dallo swedish metal o esagerare con la tecnica. Onestà e cuore, insieme all’urgenza caratteristica del genere sono le qualità migliori di pezzi come “Cutbird”, “Reign Supreme” e “Anthem”, ovvero gli estratti migliori di una raccolta che, curiosamente, riesce a dare il meglio dalla traccia 6 in poi. Per molti i WOJ sono rilevanti grazie ai meriti della Kucsulain, e non ci sentiamo di dar loro torto poichè la performance al microfono è di livello: la parentesi rosa della maternità non ha influenzato le liriche pesanti e riflessive di Candace, che dimostra di avere ancora cause per cui combattere e veleno da sputare. Episodio a parte è rappresentato dalla ballata finale “Probably Will”, che rivolta la sensibilità dell’artista su coordinate più melodiche ma non meno dure o incisive. Con tutta probabilità abbiamo tra le mani una delle uscite hardcore più importanti del 2016.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Illusion Of Safety
  3. No One Can Save You From Yourself
  4. Forever Militant
  5. Fight The Good Fight
  6. Cutbird
  7. Relentless
  8. Damage Done
  9. Reign Supreme
  10. Wrapped In Violence
  11. Anthem
  12. Beyond All Praise
  13. Probably Will
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.