WETTON/DOWNES – Icon II: Rubicon

Pubblicato il 22/02/2007 da
voto
7.5
  • Band: WETTON/DOWNES
  • Durata: 00:51:02
  • Disponibile dal: 10/11/2006
  • Etichetta: Frontiers
  • Distributore: Frontiers

Ritornano John Wetton e Geoffry Downes, dopo il debutto risalente a meno di due anni fa, col loro nuovo progetto Icon, dimostrando ancora una volta di saper porre un loro marchio personale alla parola ‘melodia’; AOR dirattemente radicato nelle melodie degli Asia (che hanno dato i natali a Wetton) e dei Survivor, dunque, per un disco che farà davvero felici gli amanti di tutto il melodic rock più smielato made in 80s. L’intenzione della band, di riportare in auge la musica che fu di band come quelle sopra citate, è lampante sin dall’iniziale “The Die Is Cast” che, dopo una breve intro, si dipana in un mid-tempo cadenzato, emozionante e carico di intensità. Sulle stesse coordinate rimane la successiva “Finger On The Trigger”, mentre in pezzi come “Reflections” e “To Catch A Thief” Wetton e Downes, spalleggiati da ottime female vocals, mostrano tutto il loro lato più intimo in due notevoli ballad, che sicuramente non mancheranno di strappare almeno una lacrima ai più accaniti fan del genere. “Icon II” non mostra un punto debole nemmeno nei pezzi successivi, e fino alla conclusiva “Rubicon” è un susseguirsi di suadenti melodie e track cadenzate che non manca di soddisfare ogni melodic rocker che si rispetti. Non avremo di fronte un capolavoro assolutamente degno di considerazione, né un disco innovativo, ma “Icon II: Rubicon” è sicuramente un tassello dell’AOR che merita attenzione. Sentiamo dunque di rivolgere un vivo incitamento all’ascolto a tutti i fan del genere proposto… non c’è da pentirsene, ragazzi!

TRACKLIST

  1. The Die Is Cast
  2. Finger On The Trigger
  3. Reflections
  4. To Catch A Thief
  5. Tears Of Joy
  6. Shannon
  7. The Hanging Tree
  8. The Glory Of Winning
  9. Whirlpool
  10. Rubicon
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.