WHATTAFUCK!? – Who Framed Mr Jinx EP

Pubblicato il 19/03/2015 da
voto
7.5
  • Band: WHATTAFUCK!?
  • Durata: 00:27:46
  • Disponibile dal: 12/01/2015

Spotify:

Apple Music non ancora disponibile

Nu-metal revival. Dalla copertina in stile murales, ottimamente realizzata dal bassista Tenchi, al monicker del gruppo, traduzione del più tradizionale ‘ecchecchezzo‘ di banfiana memoria, tutto nella presentazione dei Whattafuck!? ricorda gli anni d’oro dei pantaloni e chitarroni ribassati, quando band come Limp Bizkit e Korn dominavano le classifiche. E proprio la band di Jacksonville, nella sua accezione primogenia e più genuina, sembra essere il principale termine di paragone del quintetto barese, carico come una molla e pronto ad esplodere, dopo l’introduzione affidata al Morpheus di matrixiana memoria, sulle note di “Out Of My Sight”, mazzata rap-core che ci riporta ai fasti di “Three Dollar Bill Y’All” a suon di riffoni ribassati, scratch selvaggio e flow a là Fred Durst. Un buon inizio, anche se il meglio arriva con la successiva “Da Sotto”, sullo stile dei Korn del periodo “Issues”, e soprattutto con “Vecchi Propositi”, un pezzo esplosivo che, grazie al suo wah-wah assassino e al cantato in italiano, ci ha ricordato l’operato dei migliori Kuadra. Per il resto, oltre a intermezzi strumentali e outro degni di Chris Kilmor e DJ Hahn(“A.C.M.E.”, “Ronin” e “Encrypted Call”), a martoriare le nostre caviglie ci pensano “Blood Brother”, “Never Learn” e “Stay On The Grind”, altri due pezzi perfetti per rinverdire i fasti della golden age nu-metallica. Detto che, anche in un’ottica di maggiore personalità, ci hanno convinto di più i brani cantati in lingua madre, non possiamo che promuovere a pieni voti questi debutto del giovane act pugliese, da tenere d’occhio da parte di tutti i nu-stalgici in ascolto.

TRACKLIST

  1. Decrypted Call
  2. Out Of My Sight
  3. Da Sotto
  4. A.C.M.E.
  5. Blood Brother
  6. Never Learn
  7. Ronin
  8. Vecchi Propositi
  9. Stay On The Grind
  10. Encrypted Call
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.