WHITESNAKE – Forevermore

Pubblicato il 10/04/2011 da
voto
7.0
  • Band: WHITESNAKE
  • Durata: 01:01:31
  • Disponibile dal: 06/04/2011
  • Etichetta: Frontiers
  • Distributore: Frontiers

Il discreto “Good To Be Bad” tre anni fa ha rilanciato la nuova incarnazione dei Whitesnake dopo una lunga pausa durata undici anni. David Coverdale si ripresenta ai fan insieme ai fidi chitarristi Doug Aldrich e Reb Beach e con l’innesto di una nuova sezione ritmica formata da Michael Devine al basso e Brian Tichy alla batteria. Con il nuovo “Forevermore” facciamo un tuffo nel passato, i nuovi brani infatti paiono quasi scongelati dal periodo d’oro in termini di successo, tra metà anni Ottanta ed inizio anno Novanta. Il sound patinato e gonfio della mastodontica produzione quasi sovrasta le note dell’opener “Steal Your Heart Away”, un brano hard rock dalle tinte blues che conquista grazie ad un ritornello irresistibile. Coverdale incanta con la sua voce calda e sensuale, sempre supportato dai suoi fidi generali alle sei corde. Reb e Doug fanno scintille come al solito, dimostrandosi due tra i migliori axe-man in circolazione. Gli assoli possiedono tutto il groove della vecchia scuola hard rock, mentre in fase ritmica i due chitarristi costruiscono un muro di impenetrabile spessore. “All Out Of Look” si assesta su tempi medi, la batteria di Brian Tichy scandisce con potenza le strofe, abbellite da una linea melodica vincente e da cori old school di tipica matrice Whitesnake. Con “Love Will Set You Free” il Serpente Bianco tira fuori una canzone che non sfigurerebbe sul best seller “1987”, un esempio di rock duro ed energico dominato dalle due chitarre. “Forevermore” non si fa mancare le ballad strappamutande con cui il buon David ha incendiato il cuore di migliaia di signorine: “On Of These Days” e “Fare Thee Well”, pur non rivelandosi nulla di eccezionale, riescono a centrare l’obiettivo ed a riscaldare gli animi. Parlare dei Whitesnake e di tutta il loro dorato cammino richiederebbe pagine e pagine, la cosa più importante da sottolineare è che dopo oltre trent’anni di onorata carriera gli inglesi sono ancora in grado di sfornare dischi emozionanti, pieni di fascino ed in grado di fornire preziosissimi insegnamenti alle giovani leve. Nell’attesa, forse vana, di trovare un degno successore, il nostro consiglio è di vivere e gustare intensamente ogni nota che artisti del calibro di David Coverdale continuano a regalarci, noncuranti del tempo che trascorre. Se il rock è considerato la musica immortale per eccellenza, lo si deve anche ai Whitesnake.

TRACKLIST

  1. Steal Your Heart Away
  2. All Out of Luck
  3. Love Will Set You Free
  4. Easier Said Than Done
  5. Tell Me How
  6. I Need You (Shine a Light)
  7. One of These Days
  8. Love and Treat Me Right
  9. Dogs in the Street
  10. Fare Thee Well
  11. Whipping Boy Blues
  12. My Evil Ways
  13. Forevermore
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.