WINDFAERER – Breaths Of Elder Dawns

Pubblicato il 17/08/2021 da
voto
7.5
  • Band: WINDFAERER
  • Durata: 01:03:31
  • Disponibile dal: 27/08/2021
  • Etichetta:
  • Avantgarde Music
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Statunitensi, giunti al quarto album, i Windfaerer dimostrano con questo “Breaths Of Elder Dreams” di aver raggiunto una compattezza espressiva realmente personale, oltre a toccare un apice compositivo di un certo rilievo. Il black metal atmosferico a tinte folk e sinfoniche qui proposto è infatti di ottima fattura, tanto da non lasciare spazio a dubbi: i Windfaerer, attualmente, sono tra le band più interessanti in questo ambito. Questo grazie a una formula concretamente efficace, fatta di riff intensissimi e melodie profonde, in un mood perennemente malinconico ma sempre teso verso aperture emotive inaspettate.
Dalle sfuriate disperate immerse in tappeti distorti e sinfonici (che rimandano ai migliori Panoptycon) si migra verso momenti di sospensione (che devono molto all’ultima scuola post-black), con diversi momenti dal tono folk quasi orecchiabili (in linea con certe buone cose fatte dai Sojourner): il tutto quasi sorretto da un utilizzo degli archi, dal violino in particolare, splendidamente da Ben Karas, tanto da divenire il vero protagonista del sound dei Windfaerer.
Un ulteriore elemento che rende “Breaths Of Elder Dreams” rischia al contempo di risultare controverso. Si tratta infatti del piglio estremamente moderno, sia nella produzione che nella composizione e in certe scelte in fase di arrangiamento. Brani come “Astral Tears” e alcuni frangenti di lunghi episodi come “Depletion” o “Longing To Ascend” sembrano discendere direttamente da certo metalcore di qualità (dai Killswitch Engage ai Trivium): questo, per chi scrive, genera un impatto potentissimo sull’impianto espressivo di un album che dimostra di non limitarsi nel recinto (seppur ampio) del black metal sinfonico, ma che riesce a ottenere un risultato variegato e sorprendente. Tutto l’album, infatti, è una dimostrazione di come si possa navigare da una spola all’altra di diversi generi e sottogeneri senza mai tradire un discorso artistico che riesce a rimanere coerente, immersivo e coinvolgente. Se l’opener “Oxalà” sembra quasi voler rassicurare l’ascoltatore con un sound fedele a molti stereotipi del genere d’appartenenza, nel corso del disco ci si dibatte in un piacevole mare sonoro di riferimenti e idee (ed emozioni), tra pezzi quasi sempre molto lunghi ma che scivolano via come spinti da un vento fresco, fino a giungere a composizioni che nel giro di nove minuti provano a decostruire un intero genere (“Starcrossed”).
Alla luce di ciò, “Breaths Of Elder Dreams” risulta un album davvero ottimo, che però al contempo può risentire di un’eccessiva tensione verso lo sfondamento dei generi: una caratteristica che può entusiasmare certi ascoltatori (come chi scrive), ma che può irrigidirne altri, che da un disco del genere possono rimanere delusi proprio per un surplus di contaminazione. Lo stesso discorso può valere per la produzione, nitida e a volte quasi ipermoderna, che in molti frangenti del disco potrebbe risultare del tutto inadatta a un genere che, per statuto, dovrebbe risultare rarefatto e onirico.

TRACKLIST

  1. Oxalá
  2. Depletion
  3. A Forbidden Path
  4. Into The Mist
  5. Astral Tears
  6. Starcrossed
  7. Orchard
  8. Longing To Ascend
  9. Entombed In Glacial Waves
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.