WINGS OF DESTINY – Memento Mori

Pubblicato il 20/07/2021 da
voto
8.0
  • Band: WINGS OF DESTINY
  • Durata: 00:46:24
  • Disponibile dal: 23/07/2021
  • Etichetta:
  • Wormhole Death
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Proprio quando non ci si aspetta niente di nuovo sul fronte del power metal, ecco che per fortuna qualche sorpresa porta a ricredere sullo stato di salute di questo genere. E fatto di ancor maggiore stupore è che non arriva dai classici bacini di produzione quali Germania o terre nordiche, bensì dall’inusuale Costa Rica. Negli anni scorsi i Wings Of Destiny si erano fatti conoscere con i primi due lavori, “Time” e “Kings Of Terror” (con interessanti passaggi power-folk-sinfonici), ma dopo un lustro sono tornati con un ottimo successore, dal titolo “Memento Mori”. Il suono fa subito pensare alla parte più recente della discografia degli Helloween e dei Blind Guardian, ma il quintetto in questione non soffre della sindrome ‘cloni di…’. Costruzione accattivante delle canzoni, dai ritornelli e dalle musiche che entrano subito in testa, intro non troppo lunghe con un buon gusto sinfonico e grande spazio agli assoli e alle rincorse delle chitarre di Andres Castro e Cristian Jimenez rendono l’ascolto veramente un piacere, per gli amanti del power. La parte ritmica si avvale della prova maiuscola di Horacio Paris alla batteria e Emil Minott al basso, sempre presente a sottolineare passaggi di grande atmosfera. Grande prova alla voce di Anton Darusso, il quale in molti acuti ricorda Andi Deris (per esempio in “Death Wish”), ma che sa muoversi con disinvoltura dalle parti alte al cantato graffiato e cupo (ne è prova “Shadowland”). Sono molti i capitoli di questo “Memento Mori” che rimangono impressi già dal primo ascolto: oltre alla titletrack, le canzoni messe ad inizio e fine sono l’alfa e l’omega di questo ottimo album. Se in “Playing With Fire” si parte con un’introduzione sinfonica (alle tastiere lo stesso Anton Darusso) e poi si comincia un’avvincente cavalcata power, nella conclusiva “Theater Of Tragedy” si viene invitati al loro spettacolo, con una impostazione molto teatrale, un incedere cadenzato che diventa a breve un coro prorompente con intermezzi barocchi e pomposi. In questo terzo lavoro i costaricani Wings Of Destiny hanno messo tante idee in musica e tutte queste scorrono bene, minuto dopo minuto, assolo dopo assolo. Ed è proprio nell’ascolto totale che si rimane appagati da un’opera completa.

TRACKLIST

  1. Playing With Fire
  2. Death Wish
  3. Holy Grail
  4. Shadowland
  5. Reborn Immortal
  6. My Freedom
  7. Of Dwarves And Men
  8. Memento Mori
  9. City On Fire
  10. Theater Of Tragedy
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.