WITHERED – Verloren

Pubblicato il 14/06/2021 da
voto
7.5
  • Band: WITHERED
  • Durata: 00:44:41
  • Disponibile dal: 18/06/2021
  • Etichetta:
  • Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Vi è sempre una cortina di mistero attorno ai Withered, band riservata e che più o meno involontariamente finisce spesso per alimentare una certa curiosità attorno alle proprie mosse. Una carriera, quella del gruppo statunitense, che comunque resta seguita da un numero di appassionati piuttosto ristretto, in primis per via del suo carattere imprevedibile, assai poco incline ad allinearsi a sonorità di facile presa. Giunta al quinto album, la formazione originaria di Atlanta prosegue sul suo tortuoso percorso di esplorazione in campo extreme metal dopo avere fatto i conti con il divorzio dal famoso bassista Colin Marston (Gorguts, Krallice, Dysrhythmia) e dal chitarrista Ethan McCarthy (Primitive Man). Con una line-up rinnovata, il leader Mike Thompson realizza un altro lavoro senza tempo, all’insegna di un ispido incrocio di sludge, death e black metal, saturo di energia sporca e forgiato secondo un’ottica priva di compromessi, estranea ai ranghi di tanti suoni auto-compiaciuti o finto-old school studiati a tavolino che tanto si sentono in giro di questi tempi. Come al solito, i Withered fanno terra bruciata architettando una proposta che trova pochi termini di paragone nel panorama odierno: la dipartita di Marston ha privato il sound di alcuni degli spigoli presenti nel precedente “Grief Relic”, ma ciò non significa che quanto offerto oggi dal gruppo sia meno ruvido e dissonante. Le sonorità restano cupe e avvolgenti, prediligendo melodie trasversali, nonostante l’insolito intervento di voci pulite in episodi come “By Tooth in Tongue” e “From Ashen Shores”. L’incedere, più che frastagliato, è spesso perentorio e non è un caso che questa volta si avverta una notevole ispirazione nelle arie più dolenti e di lontana discendenza doom, con canzoni come “The Predation” e la suddetta “By Tooth in Tongue” a presentare un andamento circolare, minimalista, in continuo alternarsi di luce e tenebra. Un po’ Neurosis, un po’ Goatwhore, un po’ Enslaved, gli statunitensi trovano ancora una volta il modo di sottolineare al meglio la loro indole cupa e pessimista, mettendo dalla loro una maggiore dilatazione delle trame per ampliare il proprio impatto emotivo. Peccato che non tutte le tracce risultino sullo stesso livello di quelle citate, ma “Verloren” nel suo insieme resta un’opera ingegnosa, che sembra ritrovare sempre un saldo filo conduttore. L’ennesima dimostrazione della personalità di una band sin troppo sottovalutata.

TRACKLIST

  1. By Tooth In Tongue
  2. The Predation
  3. Dissolve
  4. Casting In Wait
  5. Passing Through…
  6. ...The Long Hurt
  7. Verloren
  8. From Ashen Shores
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.