WITHERSCAPE – The Northern Sanctuary

Pubblicato il 25/07/2016 da
voto
7.5
  • Band: WITHERSCAPE
  • Durata: 00:46:53
  • Disponibile dal: 07/22/2016
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: Sony

Per questo nuovo album del progetto Witherscape – ennesimo capitolo di una carriera sempre ai vertici della scena progressive e death metal, fra vere e proprie band, side-project e avventure soliste – Dan Swanö ha deciso di portare avanti il concept inaugurato sul debut album “The Inheritance”, restando fedele al sound di tre anni fa e confezionando quindi un’altra colonna sonora a supporto di una storia horror nata dalla penna dell’amico Paul Kuhr (frontman dei Novembers Doom). Proprio come il suo diretto predecessore, “The Northern Sanctuary” è insomma prima di tutto un disco di sano heavy metal classico, melodico-centrico, improntato all’orecchiabilità e al recupero di certe suggestioni care soprattutto a King Diamond, Mercyful Fate e primi Queensryche. Nel rispetto della gloriosa tradizione prog-death dei mai dimenticati Edge Of Sanity, Swanö e il fido compare Ragnar Widerberg decorano però la suddetta base classic con innesti extreme metal e arrangiamenti eleganti e multiformi, dai toni pomposi e colorati. I caratteristici richiami a dischi come “Moontower” e “Crimson” si fondono con atmosfere retro-horror, conferendo alla proposta Witherscape una veste tanto barocca e cerebrale quanto immediata. Il caposaldo in questo minestrone di influenze rimane al solito la carismatica personalità del polistrumentista e produttore svedese, più che mai affascinato dagli studi armonici intrapresi nelle sue innumerevoli esperienze e sempre fedele all’euforia e al trasporto emotivo che hanno fin qui caratterizzato le sue istrioniche performance vocali. Quando si parla di album che portano la firma di Dan Swanö, la prima cosa cui prestare attenzione sono le canzoni e, provando ad ascoltare i brani di “The Northern Sanctuary” nella loro struttura più essenziale, isolandoli ipoteticamente dai loro ingegnosi arrangiamenti, tutto ciò che resta sono strutture limpide e chorus da grandi hit. Le creative e sentite melodie di tracce come “Wake Of Infinity” e “Marionette” – molto curiosa quest’ultima, quasi una ballad con growling vocals – rappresentano forse il miglior risultato di questa nuova prova in studio. Allo stesso modo la title track, pur essendo il brano più lungo e articolato della produzione di questo progetto, emerge come uno degli episodi più genuinamente invitanti di “The Northern Sanctuary”. A conti fatti, l’opera si dimostra insomma di innegabile qualità, completa e generalmente più coinvolgente del già valido debutto. In una scena dove tutto viene ormai continuamente rivisitato e mescolato con qualcos’altro, tali esperimenti a metà strada fra estremismo e pura melodia di certo non spiazzano più come negli anni Novanta, tuttavia lavori di questo calibro resteranno sempre lontani dall’annoiare. Dan Swanö, anche nel 2016, si conferma insomma uno dei più credibili luminari di tutto il metal europeo.

TRACKLIST

  1. Wake Of Infinity
  2. In The Eyes Of Idols
  3. Rapture Ballet
  4. The Examiner
  5. Marionette
  6. Divinity
  7. God Of Ruin
  8. The Northern Sanctuary
  9. Vila I Frid
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.