WODE – Burn In Many Mirrors

Pubblicato il 03/04/2021 da
voto
7.5
  • Band: WODE
  • Durata: 00:39:09
  • Disponibile dal: 02/04/2021
  • Etichetta:
  • 20 Buck Spin
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Dopo una doppietta discografica nel giro di pochi mesi, i quattro inglesi si sono fatti attendere ben quattro anni per tornare tra noi, ma l’ascolto di “Burn In Many Mirrors” ci testimonia che non è stato tempo sprecato.
Prese ancor più le distanze dai ‘soliti nomi’ del black inglese, la band di Manchester ha affilato le armi e affinato la propria capacità compositiva, arrivando così a offrirci un disco maturo, in grado di mostrare influenze tra loro diversissime, ma senza perdere mai fuoco. Nonostante l’assenza di dilatazioni dall’aria silvestre o di postproduzioni bombastiche, resta comunque una certa atmosfera brumosa, garantita in particolare nei momenti dove le chitarre rallentano la loro folle corsa e la voce, quasi sempre effettata con un forte echo, prende il sopravvento ed evoca un elitarismo black d’antan. Abbiamo accennato alle chitarre, che diventano qui ancora più dirette e aggressive che in passato, arrivando spesso a sfiorare lidi thrash o proto-black (come nella catramosa e soffocante “Fire In The Hills”), oppure a intrecciarsi su riff squillanti e dilatati (“Serpent’s Coil”) piacevolmente anni Novanta; o riscoprendo quell’amore per il black’n’roll già presente nel disco precedente sull’adrenalinica “Vanish Beneath”, un brano in cui non a caso anche la produzione risulta efficacemente più sporca. Ovviamente i Wode ci tengono a mostrare che avranno ben imparato la sintesi, ma sanno ancora costruire brani elaborati e più evocativi, e così ci offrono sul finale le tre parti di “Streams Of Rapture”: una vera e propria suite che tocca momenti dungeon/medievali, esplosioni di blastbeat e innesti alieni, quasi oscuramente psichedelici sul finale.
Se continueranno su questa strada, il Regno Unito pare destinato ad avere nuovamente un grande nome ad alimentare la Fiamma Nera.

TRACKLIST

  1. Lunar Madness
  2. Serpent's Coil
  3. Fire In The Hills
  4. Sulphuric Glow
  5. Vanish Beneath
  6. Streams Of Rapture (I, II, III)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.