WORMROT – Voices

Pubblicato il 22/10/2016 da
voto
7.5
  • Band: WORMROT
  • Durata: 00:26:02
  • Disponibile dal: 10/14/2016
  • Etichetta: Earache
  • Distributore: Audioglobe

Revocato lo scioglimento annunciato nel 2013 e trovato un nuovo batterista, i Wormrot tornano finalmente con un nuovo lavoro, il primo dal brevissimo EP “Noise” del 2011. Squadra/sound vincente non si cambia: in “Voices” ritroviamo infatti il consueto, nervosissimo grindcore tipico del gruppo di Singapore, forte come sempre di frequenti spruzzate di thrash metal e di una interpretazione al microfono tanto estrema quanto variegata nel suo abbracciare diverse sfumature di screaming e growling vocals. Due le novità da segnalare questa volta: una maggiore cura dei dettagli, frutto questo in primis di una produzione chiaramente più attenta e levigata, e, soprattutto, l’intenzione di aggiungere – attenzione, solo in alcuni episodi – degli elementi che vadano oltre il semplice impatto; una sorta di vena sperimentale o comunque la ricerca di una espressività un poco diversa dal solito, che, a conti fatti, ha portato anche ad un aumento del minutaggio complessivo. Tali esperimenti si rintracciano perlopiù nel finale del disco, nel quale il terzetto opta per ritmiche più ragionate e un’ispirazione melodica piuttosto accentuata, che nel caso di “Compassion Is Dead” sfiora persino arie black metal. Il risultato finale è certamente uno dei più gradevoli album grind degli ultimi tempi: Rasyid, Arif e Vijesh dimostrano di essere preparati e spigliati sotto ogni punto di vista. Basta un solo ascolto per trovare conferma delle notevoli capacità compositive del gruppo: quasi in ogni traccia emergono particolari coinvolgenti, cambi di tempo azzeccatissimi e un lavoro di chitarra fluido e incalzante, grazie appunto anche a tante pillole di thrash e dintorni. Album dopo album, il potenziale del trio è ormai chiaro: i Wormrot, senza mai strafare, riescono a mettere d’accordo i vecchi pionieri del genere (Napalm Death, Siege, Repulsion…) con le velleità innovatrici o il parossismo di Assück, Insect Warfare e Discordance Axis. “Voices”, a dispetto della pausa post scioglimento, ce li ripresenta più in forma che mai. È sempre un piacere ascoltare una grindcore band così vitale.

TRACKLIST

  1. Blockhead Fuck Off
  2. Hollow Roots
  3. Exit Fear
  4. God's In His Heaven
  5. Oblivious Mess
  6. Descending Into The Unknown
  7. Dead Wrong
  8. Fallen Into Disuse
  9. The 1st World Syndrome
  10. Shallow Standards
  11. Fake Moral Machine
  12. Forced Siege
  13. Take Aim
  14. Still Irrelevant
  15. Eternal Sunshine Of The Spotless Grind
  16. Compassion Is Dead
  17. Buried The Sun
  18. Defaced
  19. The Face Of Disgrace
  20. Outworn
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.