WRITHING – Of Earth & Flesh

Pubblicato il 18/09/2022 da
voto
7.0
  • Band: WRITHING
  • Durata: 00:28:29
  • Disponibile dal: 23/09/2022
  • Etichetta:
  • Everlasting Spew Records

Spotify:

Apple Music:

Il ritorno dei Writhing avviene tramite full-length, a due anni di distanza dall’EP “Eternalised in Rot”, che segnò il loro ingresso nel circuito death metal e che li portò successivamente a ricevere un buon riconoscimento da parte di molti cultori underground e addetti ai lavori.
Il debut album della formazione australiana non tradisce le aspettative in termini di approccio e stile: ci troviamo infatti davanti a un disco che parte sapientemente dal death metal pulsante e geometrico dei Morbid Angel dei periodi con Steve Tucker alla voce e lo declina in una chiave leggermente più astratta, dove qualche dissonanza e delle influenze più moderne si intrecciano con un immaginario apocalittico che a tratti appare anche intriso di misticismo.
Il risultato è senza dubbio interessante e raggiunge i livelli più alti quando il gruppo di Melbourne prova a mescolare ulteriormente le carte, con chitarre che disegnano scenari inquieti e torbidi in continua mutazione e una sezione ritmica che prova a conferire al tutto ulteriore spinta, andando a parare persino su uptempo che nella loro linearità arrivano a ricordare i colossi Cannibal Corpse. Nel corso della tracklist non è dunque raro imbattersi in episodi che partono in maniera interlocutoria, per poi crescere di intensità lungo un procedere più rude e galoppante, in cui si fanno maggiormente vistose le tentazioni old school. Quello dei Writhing risulta insomma un sound perfettamente collocabile nell’underground death metal di questi anni: un ribollire brutale ed energico proveniente da anfratti lugubri, una forza che ha le proprie fondamenta negli insegnamenti dei vecchi maestri e che cerca al contempo di evolversi verso qualcosa di più cerebrale e ipnotico. La personalità della band è ancora in via di definizione, ma brani come la title-track o “Squallid Sanctum” di certo non lasciano indifferenti. Se la passione per i classici è sempre forte e al tempo stesso si segue con interesse le gesta di certe realtà contemporanee – dai Corpsessed agli Heaving Earth – l’ascolto di “Of Earth & Flesh” è senz’altro consigliato.

TRACKLIST

  1. Monolithic Extinction
  2. That Which Becomes Death
  3. Of Earth & Flesh
  4. Concealed Within the Soil
  5. Uncreation
  6. Passages of Misery
  7. Squalid Sanctum
  8. Portal to Unhallowed Realms
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.