ZAO – Awake?

Pubblicato il 17/05/2009 da
voto
7.0
  • Band: ZAO
  • Durata: 00:35:00
  • Disponibile dal: 05/05/2009
  • Etichetta:
  • Ferret Music
  • Distributore: Andromeda

Spotify:

Apple Music:

Gli Zao sono sempre stati un gruppo poco decifrabile. Arrivano, emozionano (o almeno il più delle volte) e se ne vanno. Spesso senza nemmeno salutare… e riuscire a vederli in concerto oggi è qualcosa di simile alle massime utopie. Ormai preferiscono restarsene a casa, a concentrarsi su altro e – quando non minacciano l’ennesimo scioglimento – a preparare un nuovo album. Anche perchè per i dischi, in media, non hanno mai eccessiva fretta. Sono passati quattro anni da quel “The Fear Is What Keeps Us Here” ricco di atmosfere malsane e riff abrasivi, forte di alcune delle migliori canzoni dell’intero repertorio del quartetto della Pennsylvania. E il tempo da allora non si è fermato: qualcosa è di nuovo cambiato nel metal-core dei nostri. Non lo spirito, sempre mesto e romantico al tempo stesso, ma la forma, in parte, sì. Tempi più controllati, strutture più lineari, più voce pulita… questi sono gli elementi di “Awake?” che saltano per primi all’orecchio. Messa in questo modo, qualcuno potrebbe quasi pensare che gli Zao siano diventati all’improvviso dei nuovi Killswitch Engage, ma naturalmente le cose non stanno proprio così. Sicuramente, c’è più linerità nella proposta della band, enfatizzata anche una produzione molto pulita che, in tutta sincerità, non ci pare molto azzeccata. Tuttavia, il tipico riffing avvolgente, lo screaming alla Carcass e le ritmiche sincopate sono ancora ben presenti, e in ogni singola traccia. Non temete, quindi… stiamo sempre parlando degli Zao. Vero, un po’ più catchy e luminosi del solito, ma questa è indubbiamente la stessa band che ha composto capolavori come “Liberate Te Ex Inferis” (chiedete agli As I Lay Dying dove hanno recuperato il 50% delle soluzioni dei loro primi brani!). La tracklist parte in maniera un po’ interlocutoria, quindi nella parte centrale cresce moltissimo: da “Human Cattle Masses Marching Forward” in poi non si scova un pezzo poco brillante! Splendida soprattutto la “tripletta” finale, con un Dan Weyandt che si dimostra ancora una volta uno dei cantanti più espressivi nl suo campo. C’è qualche ombra, lo ripetiamo, ciònonostante complessivamente “Awake?” si dimostra l’ennesima conferma dell’unicità del progetto Zao: indispensabile per chi ama questi vecchi alfieri del metal-core, consigliabile a chi, distratto dalle tendenze dei vari periodi, non li ha mai concretamente considerati.

TRACKLIST

  1. 1,000,000 Outstretched Arms Of Nothing
  2. Entropica
  3. The Eyes Behind The Throne
  4. Human Cattle Masses Marching Forward
  5. Romance Of The Southern Spirit
  6. What Will You Find?
  7. Awake?
  8. Quiet Passenger Pt. 1
  9. Reveal
  10. Quiet Passenger Pt. 2/The World Caved In
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.