ZIMMERS HOLE – When You Were Shouting At The Devil… We Were In League With Satan

Pubblicato il 11/03/2008 da
voto
7.5
  • Band: ZIMMERS HOLE
  • Durata: 00:39:07
  • Disponibile dal: 21/03/2008
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: EMI
È con senso dell’umorismo, capacità tecniche assolute e grande amore per il metallo che gli Zimmers Hole, superband al terzo album, hanno scritto questo “When You Were Shouting At The Devil…We Were In League With Satan”. Un mix di canzoni di diverso stile, tutte però di primissimo livello. Questo, per parola della Century Media, sarà l’album che li farà conoscere su tutto il globo. La line up anzitutto: Jed Simon (Strapping Young Lad e Tenet) alle chitarre, Byron Stroud (SYL e Fear Factory) al basso, l’eclettico The Heathen alle parti vocali e il mitico Gene Hoglan alla batteria, che non necessita di presentazioni. Con una produzione fantastica e dei suoni potenti e rimbombanti, il quartetto ha miscelato l’amore per l’heavy metal, per il death metal, per il thrash metal e ha pure scritto qualche canzone che potrebbe essere a firma di Devin Townsend, che ha prodotto le parti vocali dell’album, non a caso. “La colonna sonora del diavolo”, come definiscono il CD i nostri, contiene per lo più pezzi dalle venature thrash metal (“1312”, su tutte) e altri che potrebbero essere repertorio degli Strapping, come l’opener e omonima dell’album e “The Devil’s Mouth”. Certo, le linee vocali sono diverse, spesso siamo su lidi heavy metal, ma lo stile cambia anche all’interno della stessa canzone. Si passa indifferentemente dallo screaming ai vocalizzi puliti. Della sezione strumentale c’è poco da dire: potenza, precisione, drumming solito di Hoglan, che non perde un colpo. “The Wovel Song” è introdotta dalla voce di Nathan Explosion, “cantante” dei Dethklok, band virtuale creata per lo show “Metalocalypse”. Il pezzo è una sfuriata di pochi secondi che poi cede il passo al death metal di “Fista Corpse”, dove la voce di The Heathen torna ancora padrone dei ritmi serrati. “Hair Doesn’t Grow On Steel” è canzone metallosa che ha il solo scopo di prendere in giro i Manowar… e comunque è un pezzo molto epico, con tanto di tastiere e cori. L’ultima traccia, “What’s My Name…Evil!” potrebbe invece benissimo essere estratta da “Domination” dei Morbid Angel: riff serrati e pesanti su un ritmo cadenzato, vocione alla David Vincent e ottimo anche il ritornello. Grande pezzo, un po’ alla “Where The Slime Lives”. Così come è grande il miscuglio di generi che troverete su questo album. Non si prenderanno tanto sul serio, questi Zimmers Hole, però hanno realizzato un bel disco.

TRACKLIST

  1. When You Were Shouting At The Devil...we Were In League With Satan
  2. We Rule The Fucking Land
  3. The Flight Of The Knight Bat
  4. 1312
  5. Devil's Mouth
  6. The Vowel Song
  7. Fista Corps
  8. Anonymous Esophagus
  9. Alright
  10. Hair Doesn't Grow On Steel
  11. What's My Name...Evil!
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.