ZYKLON – Disintegrate

Pubblicato il 05/06/2006 da
voto
7.0
  • Band: ZYKLON
  • Durata: 00:44:52
  • Disponibile dal: /05/2006
  • Etichetta: Candlelight
  • Distributore: Audioglobe

Ci sono dei gruppi di cui si inizia a parlare bene ancor prima che venga pubblicato il loro album di debutto, tanto che, quando giunge finalmente il momento di esordire, sulla band grava un’attenzione davvero pesante. Gli Zyklon fanno parte di questa ristretta cerchia di nomi, però bisogna ammettere che con il loro primo full-length, “World Ov Worms”, i nostri se la cavarono più che egregiamente, dando alle stampe un lavoro davvero ispirato, originale e coinvolgente. Quel disco aveva messo in mostra un progetto in grado di elaborare un death metal fresco con forti influenze electro e industrial, queste ultime cortesia di Trickster G. degli Ulver. Ci si aspettava dunque grandi cose da questi norvegesi, non solo per quanto fatto vedere nella loro prima opera, ma anche e soprattutto perchè nella band militano niente meno che Zamoth e Trym degli Emperor, una delle migliori realtà di sempre della scena black metal mondiale. Le premesse però sono state in parte disattese da due lavori – il precedente “Aeon” e questo nuovissimo “Disintegrate” – che risultano invece un po’ faticosi, in cui le note positive riscontrate all’esordio vengono sommerse da una scrittura troppo semplice e a tratti priva della necessaria personalità per emergere davvero. Purtroppo gli Zyklon hanno deciso di relegare in secondo (ma anche terzo!) piano tutti gli elementi non prettamente metal della loro proposta originaria, finendo così per configurarsi come una semplice death metal band che sa senz’altro come comporre canzoni incisive, ma che aggiunge poco o nulla a quanto fatto da un gruppo come i Morbid Angel tanto tempo fa. In “Disintegrate” i nostri arrivano persino a rispolverare massicce influenze thrash che se da un lato – si pensi a pezzi agili e ottimamente costruiti come la title track e “Ways Of The World” – divertono anche, dall’altro non possono far altro che far scadere ulteriormente la personalità del combo, che in altre circostanze finisce per ricordare gruppi sulla carta minori come, ad esempio, i Mindgrinder. Non è un brutto disco, “Disintegrate”, anzi, ci rendiamo conto che se non avessimo saputo che quest’ultimo era stato scritto da due musicisti che fanno parte degli Emperor probabilmente lo avremmo accolto in maniera un po’ più entusiastica, però resta comunque evidente che di lavori alfieri di questo stesso tipo di sound al giorno d’oggi ne esistano parecchi e che molti di questi siano più o meno sullo stesso livello della terza opera dei quattro norvegesi. Validi, ma nulla più.

TRACKLIST

  1. In Hindsight
  2. Disintegrate
  3. Ways of the World
  4. Subversive Faith
  5. A Cold Grave
  6. Vile Ritual
  7. Underdog
  8. Wrenched
  9. Vulture
  10. Skinned and Endangered
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.