ALCATRAZZ: tornano dopo 30 anni con il nuovo album “Born Innocent” e il video di “Polar Bear”

Pubblicato il 01/05/2020

Gli ALCATRAZZ stanno tornando, dopo più di trenta anni da “Dangerous Games” (1986), con il nuovo album “Born Innocent“. Giles Lavery e Jimmy Waldo si sono occupati della produzione, Andy Haller si è occupato di mixing, mastering e editing. La pubblicazione è prevista per il 31 luglio. Tra gli ospiti ci sono Chris Impellitteri (“Born Innocent“), Bob Kulick (“I Am The King“), Nozomu Wakai (“Finn McCool“), Dario Mollo (“Something That I Am Missing“, “Warth Lane“) e D. Kendall Jones (“We Still Remember“) che hanno scritto e suonato le rispettive canzoni; il bassista dei RIOT Don Van Stavern ha suonato su “Polar Bear“, “Finn McCool“, “London 1666“, “Dirty Like The City” e “Paper Flags“, Jeff Waters degli ANNIHILATOR su “Paper Flags” e Steve Vai ha scritto “Dirty Like The City“.

Line-up:
Graham Bonnet – Voce
Joe Stump – Chitarra
Jimmy Waldo – Tastiere
Gary Shea – Basso
Mark Benquechea – Batteria

Questo il video di “Polar Bear“:

Tracklist e artwork:
01. Born Innocent
02. Polar Bear
03. Finn McCool
04. We Still Remember
05. London 1666
06. Dirty Like The City
07. I Am The King
08. Something That I Am Missing
09. Paper Flags
10. The Wound Is Open
11. Body Beautiful
12. Warth Lane
13. For Tony

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.