AS I LAY DYING: il mini documentario “Misery Evolving” sulla storia di Tim Lambesis

Pubblicato il 30/05/2019

Gli AS I LAY DYING, in collaborazione con l’organizzazione HeartSupport di Jake Luhrs (AUGUST BURNS RED), hanno pubblicato il mini documentario “Misery Evolving“. Il video racconta la storia di Tim Lambesis attraverso le parole del cantante e dei suoi compagni. Lambesis è stato incarcerato con l’accusa di aver tentato di assoldare un killer per uccidere la moglie Meggan nel 2013.

“Nello spirito del mese di sensibilizzazione sulla salute mentale, un periodo volto a informare e raccogliere risorse per le persone che lottano con tutte le forme di malattia mentale, abbiamo collaborato con HeartSupport per girare un video dove descriviamo la parte più personale della nostra esperienza. Volevamo condividere questo periodo della nostra storia come mezzo per fornire supporto emotivo a chiunque abbia a che fare con drammi interiori. Che si tratti di dipendenza, pensieri suicidi, depressione o abuso, crediamo nella comunità che hanno creato per stare vicini a coloro che hanno bisogno di ricovero o guarigione.

Attraverso questo video il nostro obiettivo è condividere le nostre esperienze in modo che le persone che attraversano momenti difficili sappiano che c’è un aiuto anche quando si sentono disperati e soli. La guarigione può essere un lungo e indefinito viaggio. E’ una strada che percorriamo continuamente da soli e insieme. Il nostro passato ci ha mostrato che ci sono conseguenze devastanti se si lasciano drammi emotivi e mentali senza cure. La nostra speranza è di sottolineare l’importanza di cercare aiuto, indirizzare la gente verso le risorse adatte e incoraggiare chiunque ne abbia il bisogno a fare il primo passo.

Con amore e gratitudine,

-Jordan, Nick, Phil, Josh, Tim “

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.