ASHENT: il lato oscuro del progressive

Pubblicato il 24/01/2009
Gli ASHENT hanno firmato un contratto con Lion Music e pubblicheranno il loro album di debutto, “Deconstructive“, il 20 marzo. Il disco è stato descritto come un lavoro oscuro, progressivo, con influenze techno-thrash, elementi melodic death e atmosfere gothic. Di seguito la formazione:

Steve Braun – Vocals
Onofrio Falanga – Guitars
Cristiano Bergamo – Guitars
Davide Buso – Drums
Gianpaolo Falanga – Bass and growls
Paolo Torresani – Keyboards

 
 
 

01. Sinking Beneath
02. Imperfect
03. Ephemera
04. To Develop Self-Creativity
05. The Resonance Of Life
06. Cassandra
07. Spectral Vanity
08. How Could It Feel Like This?
09. Ebb And Flow Of Awareness
10. Starlinked Innerness
11. Eclipsing Binary
12. Music For Departure

 
 
 
Per ulteriori informazioni visita  www.ashent.net.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.