AUDIOSLAVE: “The Promise”, l’ultimo video di Chris Cornell dedicato ai rifugiati di tutto il mondo

Pubblicato il 21/06/2017

“The Promise”, l’ultimo videoclip girato da Chris Cornell prima della sua scomparsa, è stato pubblicato da Survival Pictures. La clip è stata diretta dal vincitore del Grammy Award Meiert Avis (AUDIOSLAVE, U2) e Stefan Smith (MADONNA, STING). Nel video compaiono immagini e documenti donati dal regista nominato agli Oscar Evgeny Afineesvky (“Cries From Syria”),  da UNESCO Prize for Peace recipient SOS Méditerranée, Freshwater Films, Keo Films (“Exodus: Our Journey To Europe”), Nazik Armenakyan (“Survivors”), Human Rights Watch, Refugee Rescue, e dall’organizzazione vincitrice del Premio Nobel per la Pace Medici Senza Frontiere.

A proposito di questo brano, Cornell aveva dichiarato:

“‘The Promise‘ per me è soprattutto un omaggio alle vittime del genocidio armeno, ma vuole essere anche una luce puntata su atrocità più recenti. Gli stessi metodi utilizzati nello sterminio degli armeni sono stati usati in altri crimini contro l’umanità in Bosnia, nel Darfur, in Rwanda e ora in Siria, su diversi fronti, contribuendo alla creazione di una crisi globale dei rifugiati. Sfortunatamente, le parole ‘mai più’ sembrano essere mero fiato quando si ricordano le esecuzioni di massa del ventesimo secolo, oltre al razzismo e al pregiudizio che stanno riemergendo nel mondo. Perfino negli Stati Uniti i segnali di allarme – come l’isolamento di alcuni gruppi per motivi religiosi o razziali – sono evidenti. Abbiamo davvero bisogno di raccontare queste storie e di continuare a farle ascoltare in modi diversi, il più possibile. Come esseri umani, abbiamo una capacità sbalorditiva di andare avanti nelle nostre vite senza guardare alle difficoltà e alle sfide…ma credo sia importante. Conoscere il passato è il modo migliore per capire il presente ed evitare future atrocità attraverso la comprensione e l’azione. Dobbiamo educare noi stessi e combattere come un solo uomo contro paura e violenza e, come cittadini del mondo, lavorare per proteggere reciprocamente i nostri diritti umani.”

 Nell’aprile 2017, Cornell e la sua famiglia hanno visitato alcuni campi profughi in Grecia. In seguito a questa esperienza, Chris e sua moglie decisero di dedicare l’intervento della Chris And Vicky Cornell Foundation all’assistenza dei bambini rifugiati, operando sui fronti dell’educazione, dell’assistenza medica e della lotta al traffico di esseri umani.

Chris Cornell - Soundgarden

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.