BATTLEFIELD METAL FEST 2017: intervista all’organizzazione

Pubblicato il 28/06/2017

A cura di Alessandro Corno

Nell’estate concertistica italiana di questo torrido 2017 ci sono tre eventi studiati per i fan del power metal: la data tenutasi all’Alcatraz di Milano con Rhapsody Reunion, Epica e Labyrinth; il primo giorno del nostro Metalitalia.com Festival 2017, previsto per settembre con Edguy, Rhapsody Of Fire e molti altri; ed infine l’imminente Battlefield Metal Fest 2017. Questo nuovo evento open air, alla sua prima edizione prevista per il 2 luglio all’Ippodromo di San Siro a Milano, metterà in campo Blind Guardian con uno show speciale, Grave Digger, Firewind e due band non power ma ad ogni modo in linea con il target: Ensiferum e Turisas. Abbiamo parlato del festival, di come è nato e delle sue caratteristiche con il fondatore e organizzatore Aldo Lonobile, di Truck Me Hard.

 


CIAO ALDO, INNANZITUTTO PARLIAMO DI COME È NATO IL FESTIVAL, OSSIA DA DOVE PARTE L’IDEA DI FARE UNA MANIFESTAZIONE COME QUESTA.

“Ciao Alessandro, è un’idea che nasce dalla voglia di dedicare una manifestazione ad un genere musicale che amiamo e con cui siamo cresciuti, mettendo insieme i gusti delle persone coinvolte nell’organizzazione. E’ un festival costruito attorno allo spirito di appassionati del genere”.

LA SCELTA DELLE BAND CHE CRITERI HA SEGUITO?
“Il tema portante, come dice il nome stesso ‘Battlefield’, oltre ad essere un brano dei Blind Guardian, è l’heavy/power con tematiche epic/fantasy. Da subito abbiamo cercato i Blind Guardian, di cui siamo da sempre grandissimi fan. Chiuso l’accordo con loro, i Grave Digger erano d’obbligo! In un secondo momento si è scelto di dare spazio anche ad una parte del folk metal più battagliero, quindi gli Ensiferum ed i Turisas sono un’accoppiata micidiale. Infine, portare i Firewind su un palco del genere per me è un piacere, Gus G. è un amico, sono svariati anni che lavoriamo con lui oramai in Italia, il loro disco nuovo è un grande comeback!”.

NEL CORSO DELLA PROGRAMMAZIONE DELL’EVENTO ABBIAMO ASSISTITO AL CAMBIO IN CORSA TRA ELUVEITIE, CONFERMATI POI AL METAL FOR EMERGENCY DI AGOSTO, E GLI ENSIFERUM. VUOI SPIEGARCI COME MAI QUESTA VARIAZIONE?
“Ad accordo raggiunto, non ci siamo trovati in sintonia con i loro rappresentanti su alcune decisioni da prendere in materia di programmazione della giornata dell’evento e di comune accordo abbiamo scelto una risoluzione. Ci dispiace, ma abbiamo preso insieme la decisione migliore per entrambe le parti”.

SAPPIAMO ORMAI CON CERTEZZA CHE I BLIND GUARDIAN ESEGUIRANNO UN SET SPECIALE CON TUTTO IL LORO CAPOLAVORO “IMAGINATIONS FROM THE OTHER SIDE”. IMMAGINO TRA L’ALTRO CHE ANCHE TU DA FAN NE SARAI ENTUSIASTA…
“Assolutamente! Lo abbiamo chiesto e richiesto alla band, costantemente. Il primo approccio è stato subito improntato sulla possibilità di eseguire il disco per intero, perchè nello scorso tour americano era successo, quindi sapevamo che la possibilità era reale. Alla fine la band ha optato per fare questo bel regalo a tutti noi fan, aggiungendo anche tutti i loro classici, per uno show di due ore. Ovviamente durante il concerto dei Blind Guardian saremo ai lati dello stage!”.

COSA POSSONO ASPETTARSI I FAN DAL PUNTO DI VISTA DELLE SCENOGRAFIE DI PALCO?
“Non ho notizie di scenografie differenti dai classici show Blind Guardian, probabilmente avranno qualche fondale inerente al tipo di spettacolo, ma nulla di diverso dai loro standard; ma con loro è sempre bastata la musica”.

PARLIAMO DELLA LOCATION. COME NOTO AVETE DOVUTO OPERARE UNO SPOSTAMENTO ALL’IPPODROMO DI MILANO A CAUSA DELLA MANCATA APERTURA ESTIVA DEL MARKET SOUND. QUESTO IMMAGINO VI ABBIA CAUSATO QUALCHE NOIA…
“E’ stato un problema piuttosto noioso effettivamente: con il senno di poi avremmo, forse sin dall’inizio,  dovuto valutare al meglio alcune cose per evitare questa problematica, probabilmente una capacità che matureremo sviluppando una maggior esperienza lavorativa. Ma la realtà dei fatti è che l’area, a seguito di svariate problematiche, non ha avuto la possibilità di aprire e quindi siamo corsi ai ripari. Volevamo un open air, per cui abbiamo dovuto passare qualche settimana di fuoco prima di avere una soluzione. Fortunatamente abbiamo trovato casa all’interno del Milano Summer Festival, all’Ippodromo del Galoppo di San Siro”.

VUOI DUNQUE PRESENTARCI LA LOCATION DELL’IPPODROMO?
“Il Milano Summer Festival, come anticipavo, si svolge all’interno dell’Ippodromo del Galoppo – San Siro. L’area è molto grande, ben strutturata sia per il pubblico che per gli artisti, è decisamente una location destinata ad eventi molto grandi; ma con tutte le difficoltà del caso abbiamo scelto di portare il nostro evento all’interno di un cartellone di rilievo. Le avversità maggiori, a seguito dei tragici eventi avvenuti recentemente, riguardano la materia sicurezza del pubblico, dove è richiesto uno sforzo non indifferente da parte degli organizzatori, ma necessario ad assicurare la manifestazione in tranquillità”.

A LIVELLO DI SERVIZI AL PUBBLICO, E IN PARTICOLARE INTENDO PARCHEGGI E MEZZI PUBBLICI PER RAGGIUNGERE IL POSTO, COME È ORGANIZZATA?
“La location è raggiungibile in metropolitana, gli orari di svolgimento del festival consentono il suo utilizzo e le relative informazioni sono presenti sul sito del Milano Summer Festival (http://www.milanosummerfestival.it). Non abbiamo previsto parcheggi a pagamento gestiti da noi o dalla location anche perché la portata dell’evento non necessità di questo; i parcheggi delle zone limitrofe sono in grado di soddisfare le necessità”.

ALL’INTERNO DELL’AREA CONCERTI COME AVETE STUDIATO LE STRUTTURE IN TERMINI DI ACCOGLIENZA DEL PUBBLICO? BAGNI, CIBO, STAND, BEVANDE E LA CLASSICA FATIDICA QUESTIONE DEI PUNTI D’OMBRA E RINFRESCO…
“All’interno dell’area concerti le strutture di accoglienza sono gestite direttamente dal Milano Summer Festival, che ha previsto stand per la ristorazione, bagni e merchandising ufficiale. Segnaliamo che come punti rinfresco sono presenti dei nebulizzatori. Direttamente abbiamo curato la presenza degli stand dei nostri media partner e la gestione dei meet&greet”.

PERMETTERETE AI FAN DI INCONTRARE LE BAND CON DEI MEET&GREET, DUNQUE?
“Assolutamente sì, tutte le band incontreranno i fan ad eccezione dei Grave Digger: la loro presenza al festival sarà molto veloce a causa di altri impegni e non siamo riusciti ad incastrare un loro incontro con il pubblico, ovviamente loro sono dispiaciuti. I M&G sono gratuiti, gli orari verranno comunicati attraverso i canali del festival (orari a questo indirizzo)”.

SONO PREVISTE CONVENZIONI CON QUALCHE HOTEL DELLA CITTÀ PER CHI ARRIVA DA LONTANO E VOLESSE FERMARSI A DORMIRE?
“Come prima edizione non abbiamo previsto convenzioni del genere, non abbiamo uno storico di affluenza e non siamo in grado di avere accordi particolari con le strutture. Abbiamo aiutato, informato e segnalato alcune strutture adiacenti, per comodità, a tutti coloro che ci hanno scritto in merito”.

INFINE, POSSIAMO DIRE CHE IL BATTLEFIELD METAL FEST 2017 È UNA REALTÀ CHE VERRÀ PORTATA AVANTI NEGLI ANNI COME NUOVO APPUNTAMENTO FISSO ESTIVO?
“L’intenzione è quella di portare avanti questo format ogni anno, nella speranza di avere un festival dedicato a questo genere, come accade in altri stati europei. Non a caso il festival ha un suo logo, un suo merchandise, siti web e pagine social. La presenza e l’affluenza del pubblico sarà fondamentale per migliorare il tutto e permettere di offrire una proposta sempre più accattivante con cui portare avanti questo progetto. La passione che nutriamo per questo genere musicale, come ben sai, è molta. E’ il festival che avremmo visto volentieri da appassionati. Il primo punto in discussione per il 2018 sarà una giornata interamente dedicata alle band italiane, quindi ci auguriamo di poterlo affrontare presto!”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.