BEHEMOTH: Nergal contro il Governo polacco, “Proibendo l’aborto si torna al Medioevo”

Pubblicato il 29/01/2021

Artista: Behemoth | Fotografo: Enrico Dal Boni | Data: 11 febbraio 2020 | Venue: Mediolanum Forum | Città: Assago (Milano)

Il frontman dei BEHEMOTH, Adam “Nergal” Darski, ha criticato duramente la tanto discussa legge introdotta dal Governo polacco per proibire l’aborto, salvo gravidanze derivanti da stupri o nel caso in cui la madre sia in grave pericolo di vita. La legge, ricordiamo, aveva scatenato negli scorsi mesi diffuse proteste in tutto il paese.

Nergal dichiara via Instagram:

“Oggi il governo polacco ha imposto un divieto quasi totale agli aborti, compresa l’interruzione delle gravidanze con malformazioni fetali. Sono totalmente infuriato! A causa di questi motivi politici, la Polonia è ormai da anni in una spirale discendente verso l’oblio sociale. Stiamo tornando ad un passato oscuro, spaventoso e medievale.

D’ora in poi, mie care donne, agli occhi dei leader politici polacchi siete solo uno strumento di riproduzione nella loro rigorosa narrazione cattolica, non avete alcun controllo sul vostro corpo.

Ecco le conseguenze delle scelte dei fondamentalisti religiosi come autorità del proprio Paese: limitazioni continue e censura delle principali libertà umane.

Cosa si può fare? Ebbene, la battaglia è persa… ma la guerra deve essere vinta da coloro che sono illuminati, lungimiranti.

NON smettete di combattere, diffondete la voce, parlate e sostenete le donne polacche nella loro lotta! ESTIRPARE IL CANCRO RELIGIOSO! Fanculo il sistema!”

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.