BEHEMOTH: Nergal in difesa dei DECAPITATED, “Aspettate a giudicarli!”

Pubblicato il 15/09/2017

Dopo l’arresto negli Stati Uniti dei DECAPITATED con le accuse, non ancora formalizzate, di stupro di gruppo e rapimento di una giovane donna, il connazionale frontman dei BEHEMOTH, Nergal, ha dichiarato quanto segue:

“La vita in tour può essere folle a volte. Non ero sul tour bus dei DECAPITATED, non ho parlato con nessuno e non conosco le altre persone coinvolte, quindi non voglio fare congetture. Ho imparato dalla mia vita e da anni di tour che le persone sono complicate. Io non ho mai costretto nessuno a fare sesso con me e su questa cosa dovrebbe esserci tolleranza zero, senza dubbio. Conosco però i ragazzi dei DECAPITATED e so che, per quanto io possa dire, sono delle brave persone che lavorano molto. SE hanno in effetti commesso un crimine, ne pagheranno le conseguenze ma vi prego di considerare che solo alcune delle persone coinvolte sono state ascoltate finora. Quindi VI PREGO, prendete una boccata d’aria, contate fino a 10 e PENSATE prima di stigmatizzarli, accusarli e giudicarli pubblicamente per qualcosa che potrebbero non aver fatto! Io sono stato arrestato, ho fatto una notte in cella in Russia, dove mi hanno sequestrato passaporto e telefono. So cosa si prova e posso solo immaginare la paura e il trauma che i miei amici e tutti gli altri che sono coinvolti stanno provando. Spero che tutta questa vicenda si concluda positivamente per loro il prima possibile e che possano tornare a casa.
Tenete duro!”

I DECAPITATED dopo l’arresto hanno diffuso un comunicato con il quale hanno pubblicamente respinto le accuse.

Artista: Behemoth | Fotografo: Francesco Castaldo | Data: 4 luglio 2016 | Venue: Market Sound | Città: Milano

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.