BEHEMOTH: Nergal vince la battaglia contro una stalker

Pubblicato il 20/11/2019

Il frontman dei BEHEMOTH, Nergal, ha annunciato via social di aver vinto una battaglia legale contro una stalker:

“Legioni! Finalmente posso condividere con voi questa importantissima notizia. Da ottobre 2017 a maggio 2019 sono stato stalkerato da una donna ben educata che occupa una posizione importante nella società. Questa persona mi ha molestato incessantemente, creando svariati account social (su Facebook e Instagram) attraverso i quali ha postato commenti volgari e degradanti nei miei confronti.
Non vi ho detto nulla prima d’ora e nemmeno ho risposto alle sue provocazioni, sebbene non sia stato facile. Perchè? Perchè uno stalker vuole avere un contatto con la propria vittima, vuole attenzioni. Mantenere i contatti con uno stalker è un grave errore, perchè lo motiva ad andare avanti nelle sue azioni. La soluzione è la totale indifferenza, e se questo non funziona, portare il tutto all’attenzione delle autorità.
Per affrontare uno stalker, devi sapere che lo stalking è un crimine, perseguibile con l’arresto e fino a tre anni di reclusione, che possono arrivare a dieci se la vittima viene indotta al suicidio. Per questo uno stalker può essere denunciato alle autorità, in modo che possano agire contro di lui.
I miei avvocati hanno denunciato il crimine e la stalker, Karolina W., è finita di fronte al giudice e ha ammesso le sue colpe. I miei avvocati hanno dunque chiesto una sospensione condizionale della pena e, su mio consenso, è stato trovato un accordo in via amichevole. La sentenza del giudice prevede una sospensione condizionale della pena per 3 anni, impedisce alla donna di contattarmi e di avvicinarsi a me a meno di 50 metri e le ha imposto di pagarmi la somma di 1.000 Zloty polacchi, che io ho devoluto in beneficenza alla Mozna Inaczej Foundation che combatte lo stalking.
La stalker ha smesso di perseguitarmi, rispetterà me e le persone a me vicine e farà ciò che le è stato ordinato, rispettando la mia privacy.
Lo stalking va combattuto, anche se è difficile farlo. Serve forza, costanza e il tutto è anche costoso e non sempre ha esito positivo. Io sono riuscito a vincere e devo ringraziare i miei avvocati.
Io farò sempre fronte a ogni molestia nei miei confronti o dei miei cari e combatterò lo stalking, la diffamazione e altri comportamenti che possano essere considerati crimini”.

Artista: Behemoth | Fotografo: Filippo De Dionigi | Data: 16 gennaio 2019 | Venue: Alcatraz | Città: Milano

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.