BLACK SABBATH: Tony Martin, “Registrai alcune demo per ‘Dehumanizer’, loro volevano che tornassi’

Pubblicato il 03/01/2022

In una recente intervista rilasciata ad Almost Human e riportata da Blabermouth, l’ex cantante dei BLACK SABBATH, Tony Martin, ha confermato che nonostante fosse stato licenziato nel 1991, venne ricontattato per l’album “Dehumanizer” del 1992 e registrò alcune demo dei brani di quel disco.

Come noto, sull’album cantò Ronnie James Dio nonostante tra lui e Tony Iommi ci furono tensioni e le registrazioni durarono molto più del previsto.

Tony Martin oggi dichiara:

“Mi avevano licenziato [prima dell’inizio delle registrazioni di ‘Dehumanizer‘], il che, tra l’altro, per me fu del tutto una sorpresa. Non me l’aspettavo affatto. In effetti, stavo uscendo dalla porta per andare alle prove per il nuovo album e il telefono squillò proprio in quel momento. Era il mio manager, il quale disse: ‘Faresti meglio a sederti, ragazzo.’ Io risposi: ‘Vai, dimmi’ e lui disse: ‘Non vogliono più che tu lavori per loro’. Risposi: ‘Cosa? Mi stai prendendo in giro’. Non me l’aspettavo affatto, quindi rimasi scioccato e non sapevo cosa dire e cosa fare. Dopo poche settimane, forse erano quattro, cinque, sei settimane, qualcosa del genere, ricevetti una chiamata da Tony Iommi in cui mi disse: ‘Non sta andando molto bene con Dio‘. Io risposi: ‘Oh, davvero?’ e lui disse: ‘No. Puoi tornare?’. Io però risposi: ‘No. Non posso tornare. Ho già iniziato a fare le mie cose da solista e sono andato avanti’. Lui disse: ‘Okay, Okay’.
 
Passarono alcuni mesi e mi chiamò di nuovo. Mi disse: ‘Sei sicuro di non poter tornare? Qui le cose non funzionano davvero’. Mi invitarono ad andare in studio dove stavano registrando il materiale e io accettai. Provai a lavorare ad alcune linee melodiche, ma avevano poco tempo, come al solito. Dissi: ‘Guarda, se volete che lo faccia, ho bisogno di riscrivere tutto quanto. Devo portarmi via il lavoro e rifare tutto.’ Dissero: ‘Non abbiamo tempo per fare una cosa del genere’. Così risposi: ‘Allora probabilmente la cosa migliore da fare è continuare con Dio, e poi ne parleremo successivamente’. Quindi, anche durante quel periodo con Dio, c’erano dei contatti tra noi e io continuavo a parlare con Tony. Andai anche al concerto che tennero con Dio nella mia città natale. In realtà, Dio non era affatto contento di vedermi lì, perché, ovviamente, era stato Tony Iommi ad invitarmi. […]
 
Provai a registrare qualcosa per ‘Dehumanizer‘ ma non riuscii a fare nulla di meglio rispetto a quanto avessero già fatto con Dio. Io volevo che suonasse in stile Tony Martin. Non puoi chiedermi di cantare una cosa, se non vuoi che suoni nel mio stile e io non volevo copiare il lavoro fatto da altri. Registrai qualche demo ma sono al 99% certo che non è rimasto nulla di quelle registrazioni. Io ho un paio di cassette di alcune cose che ho provato ma sono in una qualità pessima”.

“Dehumanizer” uscì a giugno 1992 e Tony Martin rientrò nei BLACK SABBATH alla fine di quell’anno, dopo l’uscita dal gruppo di Ronnie James Dio.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.