BOLOGNA VIOLENTA: collaborazione con SURGICAL BEAT BROS

Pubblicato il 30/09/2015

Riceviamo e pubblichiamo:

Il 19 ottobre 2015 uscirà il nuovo lavoro nato dalla collaborazione tra i Surgical Beat Bros e Bologna Violenta.
Il disco, realizzato in formato flexi disc, conterrà quattro brani concepiti e registrati all’Hombre Lobo di Roma nel mese di marzo 2015. La collaborazione nasce dalla volontà di Nicola Manzan (Bologna Violenta), Fabio Recchia (Germanotta Youth, Reeks) e Antonio Zitarelli (Mombu, Neo) di creare un mix letale dei diversi stili che li contraddistinguono. Il risultato è a tratti spiazzante, con incursioni nell’elettronica minimale, nel grindcore e nella dance più cruda e meno scontata. Il disco esce grazie alla collaborazione tra Dischi Bervisti, FromScratch, Stirpe999, Wallace e Dreamingorilla Rec.
Dal 30 ottobre 2015 BV e SBB presenteranno insieme il disco in un tour che toccherà Italia, Svizzera e Francia.

TRACKLIST

Lato A
ZBB
BBV

Lato B
CLG
RBB

Credits

Il disco è stato registrato, mixato e masterizzato presso l’Hombre Studio Di Roma da Fabio Recchia.

Fabio Reeks Recchia – electronics
Antonio Zitarelli – drums
Nicola Manzan – violin, guitar

Contacts

www.bolognaviolenta.com
facebook.com/SurgicalBeatBros
dischibervisti.wordpress.com
www.fromscratch.it
peps@fromscratch.it
www.dreamingorillarecords.is
dgrecords@libero.it
wallace.com
stirpe999.blogspot.it

bologna violenta - surgical 2015

1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.