BRING ME THE HORIZON: lo strano modo in cui è nata la collaborazione con Amy Lee degli EVANESCENCE

Pubblicato il 31/10/2020

Come è noto, la cantante degli EVANESCENCE, Amy Lee, è presente come ospite sul nuovo EP dei BRING ME THE HORIZON, “Post Human: Survival Horror”, uscito ieri.

La collaborazione è però nata da un incidente tra le due band, legato al fatto che sul pezzo “Nihilist Blues“, che i BRING ME THE HORIZON hanno pubblicato nel 2019, è presente una strofa copiata da “Never Go Back” degli EVANESCENCE del 2011.

Il cantante Oli Sykes dichiara a NME:

“Nel pezzo ‘Nihilist Blues’ dall’ultimo gli abbiamo copiato parte di una strofa. E’ stata una cosa involontaria ma quando ce ne siamo accorti abbiamo detto: ‘Non ci mettiamo nemmeno a discutere'”.

A quel punto i management delle due band si sono messi in contatto e i BRING ME THE HORIZON hanno aggiunto Amy Lee tra i compositori del brano “Nihilist Blues“. I due gruppi hanno poi collaborato al nuovo pezzo “One Day The Only Butterflies Left Will Be In Your Chest As You March Towards Your Death“.

 

La nuova “One Day The Only Butterflies Left Will Be In Your Chest As You March Towards Your Death“ dei BRING ME THE HORIZON:

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.