BURZUM: negata la condizionale a VARG VIKERNES

Pubblicato il 12/06/2008
Varg Vikernes (conosciuto anche come Conte Grishnackh) — mente dei BURZUM che sta scontando una pena di 21 anni di prigione per l’omicidio, nel 1993, del chitarrista dei MAYHEM Oystein Aarseth (a.k.a. Euronymous)— ha avuto negata la richiesta di libertà condizionale dal Ministro della Giustizia Norvegese, dopo che questo lo ha giudicato “troppo pericoloso” per essere rilasciato. Secondo il quotidiano VG, si teme che Vargnon sia in grado di adattarsi alla vita fuori di prigione.
 
Non capisco. Vogliono che trovi un accordo con l’NVA (Norwegian Labour and Welfare Service), ma non ne ho bisogno. Devo diventare un caso speciale per essere rilasciato? Ho una casa, un lavoro e una famiglia che mi aspettano là fuori“.
 
Vikernes – che è sposato con una figlia 15enne e un bimbo di nove mesi – ha scontato due terzi della sua condanna. La sua terza richiesta di libertà condizionale è stata negata. A questo punto il messaggio delle autorità è chiaro: Varg Vikernes non deve uscire di prigione. Il Ministro della Giustizia ha puntato il dito soprattutto sull’evasione del 2003 e sul suo collegamento a gruppi neonazisti.
 
Non ho avuto alcun contatto con quei gruppi da molto tempo, la polizia norvegese lo sa benissimo“.
 
 

15 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.