BURZUM: Varg Vikernes non rivela l’identità dei complici!

Pubblicato il 31/10/2003

Secondo il quotidiano norvege VG la mente dei BURZUM Varg Vikernes ha fornito alla polizia in modo dettagliato le informazioni sui sui movimenti durante la sua recente fuga di prigione. Vikernes ha anche parlato degli aiuti ricevuti da varie persone dopo la sua libera uscita dalla prigione di Berg avvenuta sabato mattina 25 ottobre, ma si è rifiutato di rivelare l’identità degli individui coinvolti.

Vikernes,che pare fosse equippaggiato come un “commando” quando la polizia lo ha costretto a fermarsi mentre era in fuga con un auto rubata su un autostrada nelle vicinanze di Oslo lunedì 27 ottobre, è in isolamento da mercoledì 29 ottobre mentre la polizia continua le ricerche di informazioni utili alla scoperta dei complici.

Varg continua a negare le testimonianze oculari che lo accusano di aver puntato una pistola alla famiglia che guidava la Volvo che ha rubato domenica. Intanto, la polizia ha confermato che un fucile AG 3 ad alta precisione (che ha la capicità di uccidere una persona a tre chilometri di distanza) è stata trovata nel capanno dove Vikernes ha soggiornato durante la sua fuga.

Vikernes è stato accusato di furto d’auto, possesso di un fucile automatico AG3 e di una pistola [con la quale avrebbe rubato l’auto] e scasso [in relazione al capanno],” ha così dichiarato una fonte della polizia al quotidiano VG.

John Christian Elden, l’avvocato di Vikernes, ha dichiarato mercoledì che il musicista black metal è molto depresso e ha compreso le ripercussioni delle sue ultime attività criminali. SEcono esperti criminologi, se le accuse di cui sopra verrano confermate, almeno altri 2 anni saranno aggiunti alla sentenza contro Vikernes.

Varg si era presentato come Conte Grishnáckh alla corte nel 1994 ma era comunemente conosciuto come Greven (Il Conte) in Norvegia. Sta attualmente scontando una pena si 21 anni per l’omicidio del chitarrista dei MAYHEM Oystein Aarseth (Euronymous), l’incendio di tre chiese, e la conseguente morte di un vigile del fuoco.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.